Crea sito

Zuccherini della suocera – Con zollette fatte in casa

zuccherini della suocera

Chissà perché gli zuccherini della suocera si chiamano così. Io di certo non lo so. Forse perché pizzicano, o perché si incendiano? In ogni caso, se piacessi al mio genero come gli piacciono gli zuccherini alcolici, be’, potrei dirmi senz’altro soddisfatta. Gli zuccherini della suocera sono un ottimo digestivo per i giorni di Natale, ma sono molto spiritosi e perciò è divertente anche regalarli. A casa mia non mancano mai e mi piace preparare gusti sempre diversi. Bastano pochi ingredienti e un solo accorgimento: non aggiungere acqua (o liquori a base acquosa), altrimenti si sciolgono. Usando come base alcool alimentare o grappa, invece, gli zuccherini della suocera dureranno in eterno.
Se vi piacesse l’idea di preparare a casa le zollette di zucchero, magari personalizzando la forma, leggendo avanti troverete come fare.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo20 Giorni
  • Porzioni3 o 4 barattoli
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaItaliana

Ingredienti per gli zuccherini della suocera

Le dosi e i pesi in questa ricetta sono indicativi, perché gli zuccherini della suocera lasciano davvero ampio spazio alla fantasia.
  • 1 lalcol puro
  • 500 gzucchero (in zollette)
  • 3anice stellato
  • 1cannella in stecca
  • 5 bacchecardamomo
  • 3 fogliealloro
  • 1 cucchiainoliquirizia in polvere
  • 5 gscorza d’arancia (biologica)

Come preparare gli zuccherini della suocera

  1. Zuccherini alcolici

    Gli zuccherini alcolici sono molto facili da preparare. Ci vogliono arbanelle pulite e completamente asciutte, che possiamo scegliere di forme e misure differenti.

    Quelli che descrivo qui sono tre barattoli dai gusti diversi. Nel primo vasetto mettiamo una foglia di alloro, poi rempiamo a metà di zollette di zucchero. Quindi aggiungiamo un’altra foglia e finiamo di riempire il barattolo di zuccherini. Un’ultima foglia e, infine, versiamo l’alcol che serve per ricoprire completamente gli zuccherini. Chiudiamo bene il barattolo.

    Di seguito, con lo stesso procedimento, prepariamo altre due arbanelle, una con anice stellato, cannella, buccia d’arancia e cardamomo, e una con liquirizia e buccia d’arancia.

    Prima di poterli mangiare, lasciate riposare gli zuccherini per circa tre settimane.

Come preparare gli zuccherini a casa con il microonde

  1. Per avere zuccherini di forme diverse facciamo così: mescoliamo lo zucchero con pochissima acqua in una ciotola (su 250 gr di zucchero, 12 ml di acqua); otterremo un composto appena umido e sabbioso. Usando le dita, pressiamo molto bene lo zucchero negli stampi in silicone da cioccolatini (per esempio a forma di cuore, come questi), senza lasciare spazi vuoti.
    Livelliamo bene e mettiamo nel microonde a 480 w per 50 secondi. Lasciamo raffreddare completamente, poi estraiamo gli zuccherini dagli stampi e aspettiamo qualche giorno affinché siano completamente asciutti. Solo allora potremo metterli nell’alcool.

Consigli utili e suggerimenti

Raccolgo qui l’elenco dei migliori zuccherini alcolici che ho fatto nel tempo:
— Arancia
— erbe digestive
— zenzero
— rosa
— limone
— caffè
— menta
— menta e cioccolato
— mela e cannella
— frutti rossi

Questi zuccherini vengono molto bene se come base si utilizzano i preparati per tisane, purché di ottima qualità. È così che ho fatto per quelli alla rosa, ai frutti rossi e alla mela con cannella. Penso che verrebbero bene anche con la radice di curcuma e mi riprometto di provare.

Se decidete di fare a casa le zollette, fate qualche tentativo in anticipo per essere sicuri di avere zuccherini completamente asciutti; e attenzione a non fare zollette troppo grandi, o risulteranno esageratamente forti.

Se ben confezionate, le arbanelle di zuccherini della suocera saranno un gran bel regalo di Natale (anche in abbinamento alla gelatina di mele cotogne allo zenzero o ai biscotti cannella e mandorla).

Tornando alla HOME, troverai tantissime ricette dolci e salate per Natale, oltre a molti piatti vegetariani. Non perdermi di vista, perché presto usciranno i miei speciali delle feste. E perché non seguirmi anche su Facebook e Instagram, già che ci sei? Troverai ricette veloci, molti consigli utili e non ti capiterà più di essere senza idee per cena.

Nota: In questa ricetta sono presenti link di affiliazione.

4,8 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lareginadelfocolare

Mi chiamo Silvia e vivo a Genova. Da tanti anni cucino per amore. Se volete conoscermi meglio, venite a fare quattro chiacchiere in cucina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.