Crea sito

Rotolo con scarola alla siciliana – Ricetta vegetariana salvacena

Rotolo di sfoglia con scarola e tomino

Un rotolo con scarola alla siciliana farcito con tomino caldo? Eh sì, è il risultato delle mie due anime: una del Sud e una del Nord. Scarola in padella con olive nere e alici, come faceva mia nonna per condire le pizze fritte siciliane; al posto della provola, però, tomino boscaiolo tagliato a metà. Al primo assaggio, il rotolo con scarola alla siciliana svela il suo cuore segreto di morbido formaggio caldo. Una bontà.
Si sa quanto sia importante portare in tavola un piatto gradevole alla vista, così questo strudel di sfoglia è decorato in modo carino, con semi di papavero e mandorle a lamelle. Ricetta vegetariana salvacena per quando il tempo è poco, in famiglia e con gli amici.

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana
596,08 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 596,08 (Kcal)
  • Carboidrati 39,42 (g) di cui Zuccheri 4,32 (g)
  • Proteine 13,33 (g)
  • Grassi 44,18 (g) di cui saturi 11,68 (g)di cui insaturi 23,44 (g)
  • Fibre 6,83 (g)
  • Sodio 986,32 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 206 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti per il rotolo di scarola alla siciliana

  • 1 confezionepasta sfoglia (rettangolare)
  • 350 gscarola (indivia) (al netto degli scarti)
  • 1 cucchiaioolio extravergine d’oliva
  • 80 golive nere (già denocciolate)
  • 80 gpomodori secchi sott’olio (ben scolati)
  • 2 filettiacciuga (alice) (sott’olio e sgocciolati)
  • 3 gorigano secco
  • 4 gsemi di finocchio
  • 20 gpecorino (grattugiato)
  • 200 gtomini (2, tagliati a metà)
  • 2 cucchiaiuovo (sbattuto)
  • 5 gsemi di papavero
  • 10 gmandorle (a lamelle)

Come preparare il rotolo di scarola alla siciliana

Cuociamo le verdure

  1. Facciamo sciogliere a fuoco dolce le alici nell’olio, sul fondo della padella. Intanto laviamo la scarola e tagliamola grossolanamente con il coltello, poi aggiungiamola in padella e mescoliamo. Mentre la verdura cuoce, leviamo il nocciolo alle olive nere e tagliamo a pezzi i pomodori secchi sgocciolati, per poi aggiungere anche questi ingredienti in padella. Finiamo di cuocere, occorrono davvero pochi minuti.

    Una volta spento il fuoco, uniamo l’origano, il finocchietto e un pugno di pecorino, e chiudiamo con un coperchio per non disperdere i profumi.

    Non serve aggiungere sale.

Montiamo il rotolo salvacena con scarola e cuociamolo

  1. Srotoliamo la pasta sfoglia pronta sulla carta forno in dotazione, con il lato più lungo perpendicolare al nostro sguardo. Procedendo da sinistra verso destra, immaginiamo ora di dividerla in tre lunghi rettangoli di uguale dimensione. Al centro posizioneremo il ripieno, come sto per spiegare; ai due lati, resteranno quindi altri due rettangoli, identici e vuoti, che serviranno per chiudere.
    Lavoriamo dunque sul rettangolo centrale, cominciando col disporre uno uno strato di scarola. È importante che a destra e a sinistra rimanga un piccolo bordo di pasta libero: lo rincalzeremo prima di chiudere, per evitare che il ripieno esca in cottura. A questo punto posiamo sul letto di scarola i tomini tagliati a metà, l’uno vicino all’altro, e ricopriamo con un nuovo strato di scarola condita.
    Di seguito pennelliamo con l’uovo sbattuto i bordi laterali e uno dei due rettangoli di pasta lasciati vuoti. Solleviamo i bordi laterali e ripieghiamoli verso l’interno, poi facciamo lo stesso con il rettangolo di pasta vuota. Dobbiamo tirarlo leggermente, per ricoprire il ripieno il più possibile, quindi pennelliamo con l’uovo anche la parte superiore del rettangolo abbiamo usato per chiudere.

    Ci rimane ancora un’ala di pasta, pulita e libera. Cosa ne faremo? Una bella decorazione, del tutto facoltativa.
    Prendiamo una rotella e tagliamo la pasta strisce verticali, procedendo dal ripieno verso il bordo. Attenzione però a non cominciare le incisioni troppo a ridosso del ripieno, altrimenti in cottura colerà tutto fuori. Lasciamo qualche centimetro di bordo intatto. Quindi, una alla volta, solleviamo le strisce di pasta portandole sulla copertura già pennellata con l’uovo: aderiranno subito creando un effetto carino un po’ rigato. Ripassiamo con l’uovo e decoriamo alternando il papavero alle mandorle.

    Infiliamo nel forno a 180° per venticinque, trenta minuti.

Note artistiche della cuoca

Questa ricetta, come tutti rotoli preparati con la sfoglia confezionata, è un perfetto salvacena. Infatti c’è sempre qualcosa nel frigorifero con cui organizzare un buon ripieno anche all’ultimo momento. Questa versione in particolare mi piace perché l’abbinamento di tomino caldo e verdura spadellata alla siciliana è originale e inaspettato. Inoltre, il tomino è tagliato solo a metà e non a pezzi.
Le porzioni sono quattro. Tuttavia, consumato in due, il rotolo con scarola alla siciliana è un piatto unico completo che basterà a risolvere un pranzo o una cena.

Se ti piace la scarola e cerchi le ricette vegetariane salvacena, guarda il rustico con scarola, albicocche secche e caprino. Inoltre, tornando alla HOME, troverai altre ricette, dolci e salate, per le feste o per tutti i giorni, e moltissimi piatti vegetariani. Seguimi su Facebook e su Instagram: ci sono altre ricette veloci, in una sezione dedicata che si chiama In fretta e furia. Guardale e non ti capiterà più di essere senza idee per cena.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lareginadelfocolare

Mi chiamo Silvia e vivo a Genova. Da tanti anni cucino per amore. Se volete conoscermi meglio, venite a fare quattro chiacchiere in cucina.