Crea sito

Le bugie di carnevale

Bugie di carnevale

Le bugie di carnevale sono un dolce fritto cosmopolita. Cambiano nome ma, veramente, si trovano in tutta Italia e non solo. Il segreto della ricetta, con poche variazioni, è quel famoso bicchierino, per alcuni di rum, per altri di marsala o addirittura di grappa. E la sottiliezza: più sono sottili e meglio faranno le bolle cuocendo. A Genova, questi adorabili straccetti fritti, si chiamano bugie, e siccome non possono mancare nel curriculum di una cuoca, questa è la mia ricetta delle bugie di carnevale.

  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni8
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana
742,91 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 742,91 (Kcal)
  • Carboidrati 23,28 (g) di cui Zuccheri 5,18 (g)
  • Proteine 5,55 (g)
  • Grassi 70,67 (g) di cui saturi 12,37 (g)di cui insaturi 54,95 (g)
  • Fibre 0,77 (g)
  • Sodio 79,71 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 30 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti per le bugie

  • 200 gfarina 0 (o manitoba)
  • 1 cucchiaioolio di semi di mais
  • 20 mlrum
  • 1 cucchiaiozucchero
  • 1 pizzicosale
  • 2uova
  • 500 mlolio di arachide
  • 20 gzucchero a velo

Strumenti

Per ottenere una sfoglia veramente sottile è meglio usare la sfogliatrice per la pasta fresca. La mia è un modello basico, si chiama Imperia Titania, e funziona benissimo. In alternativa ci vuole manualità ed un super mattarello. Ho visto che la Tescoma ne fa uno regolabile con cui possiamo scegliere lo spessore da ottenere: mattarello mitico!

    Come preparare le bugie di carnevale

    Cominciamo impastando

    1. Impastiamo in una ciotola, mescolando la farina il sale e lo zucchero. Poi rompiamo al centro due uova, aggiungiamo il rum e l’olio di semi. Quindi impastiamo con le mani fino ad ottenere un composto, da poter lavorare sulla spianatoia infarinata. Dobbiamo ottenere un impasto morbido, liscio e abbastanza asciutto. Se fosse necessario, aggiungiamo un cucchiaio o due di farina. A questo punto, possiamo tagliate l’impasto in tre, e passarlo nei rulli della sfogliatrice, piegandolo e ripiegandolo diverse volte, ad uno spessore intermedio. Infine riduciamo al minimo lo spessore, per ottenere la sfoglia definitiva e sottilissima. Tagliamola con la rotella in tanti fazzoletti, e ad ognuno pratichiamo tre tagli nel senso della lunghezza. Continuiamo così fino ad esaurire la pasta e ad avere tante sottili bugie pronte da friggere.

    Terminiamo friggendo le bugie

    1. bugie di carnevale

      Procediamo quindi a friggere le bugie. Organizziamo un vassoio con tanta carta assorbente su cui adagiarle e una schiumarola. La mia friggitrice si è rotta e quindi friggo in una piccola padella di ferro, abbastanza alta da permettere una frittura profonda senza dover usare moltissimo olio. Attenzione che l’olio non sia troppo caldo, perché le bugie così sottili cuociono in un attimo e bruciano molto facilmente. Quindi olio caldo sì, ma attenzione massima.

      Adagiamo le bugie nell’olio e….assistiamo al miracolo della frittura: immediatamente raddoppieranno di volume, e si riempiranno di bellissime bolle, assumendo le forme più strane e irregolari. Una magnifica magia!

      Posiamole con garbo sulla carta assorbente, e appena tiepide, spolveriamo di zucchero a velo prima di mangiarle tutte.

    Note della cuoca

    So che in questi giorni tutti abbiamo esagerato con ricette dolci e fritte, per questo ho preparato anche una versione light di bugie cotte al forno: sono sotilissime e croccanti. Oltre alle bugie, ho fatto queste frittelle vegane veramente speciali. Sono di patate dolci e uvetta, senza né grassi né uova e con poco zucchero, profumano di cannella e agrumi. Leggere e soffici come nuvolette. Torna alla HOME: ci sono altre ricette, dolci e salate, per le feste o per tutti i giorni, e moltissimi piatti vegetariani. Seguimi su Facebook e Instagram: troverai ricette veloci, molti consigli utili e non ti capiterà più di essere senza idee per cena.

    Nota: in questa ricetta sono presenti link di affiliazione.

    5,0 / 5
    Grazie per aver votato!

    Pubblicato da lareginadelfocolare

    Mi chiamo Silvia e vivo a Genova. Da tanti anni cucino per amore. Se volete conoscermi meglio, venite a fare quattro chiacchiere in cucina.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.