Ricetta bigné belli vuoti perfetti da riempire

Se siete alla ricerca di una ricetta valida per dei bignè perfetti, ecco qui la mia: ricetta bigné belli vuoti perfetti da riempire.

La ricetta è di Montersino, quella che usavo quando lavoravo in pasticceria. ho solo apportato una piccola modifica.

I MIEI TRUCCHI:

-non usare la carta forno ma ungere pochissimo con del burro la leccarda del forno

-lasciare un po’ di uova, di quelle della dose, da aggiungere, nel caso l’impasto fosse già perfetto.

-non abbassare o aprire il forno nei primi 15 minuti di cottura, altrimenti i bignè si abbasseranno.

– dopo 15 minuti (20 se sono bignè grandi) abbassare il forno e procedere con la cottura “a spiffero”.

-potete preparare i vostri bignè e congelarli, tirandoli fuori al momento che vi serviranno. Possono rimanere 1 mese, anche 2 nel freezer.

-potete  preparare i vostri bignè e chiuderli bene in un sacchetto di palstica, utilizzandoli il giorno dopo

Ecco dunque la ricetta: bigné perfetti e belli vuoti!!!

Ricetta bigné belli vuoti perfetti da riempire
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    25 minuti
  • Cottura:
    25-30 minuti
  • Porzioni:
    30-40 bignè 8a seconda della grandezza)
  • Costo:
    Molto Basso

Ingredienti

  • 110 g Acqua
  • 110 g Burro
  • 105 g Farina 00
  • 190 g Uova
  • 2 pizzichi Sale
  • 1 cucchiaino Zucchero

Preparazione

  1. 1) Mettere l’acqua in un pentolino, meglio se è antiaderente, unire il o sale e il pizzico di zucchero e il burro tagliato a fettine, far sciogliere il burro, prima che l’acqua bolla gettare in un colpo solo la farina e iniziare a rimestare con vigore con un mestolo di legno, in modo che non si formino dei grumi. Quando il composto si staccherà dalle pareti del pentolino e inizierà a sfrigolare vuol dire che sarà pronto e dovrete toglierlo quindi dal fuoco.

    2) Mettere l’ impasto o nella planetaria o in una ciotola di acciao o ceramica per farlo raffreddare.

    3) Pesare le uova in un recipiente e sbatterle un attimo. Iniziare ad aggiungerle all’impasto un poco alla volta, se usate la planetaria mettete la foglia, se lavorate a mano usate un mestolo di legno e lavorate energicamente per far incorporare bene l’uovo via via che lo aggiungerete. Come ho detto sopra lasciatene sempre un pochettino alla fine, se vedete che la pasta va già bene non mettetelo, ci possono sempre essere differenze anche a seconda della farina che si usa.

    4) Mettere la pasta nel sac à poche con una bocchetta da 1,5 o 2-2,5 cm a seconda che si vogliano ottenere delle bignoline o bigné grandi.

    5) Ungere appena, ma proprio appena la leccarda del forno con del burro e creare i bignè, poi con il dito appena inumidito passare sulla punta in modo da abbassarla.

    6) Infornare a 220° per circa 15 minuti (20 se sono bignè grandi), poi abbassare a 180° e continuare la cottura a “spiffero” per altri 10 minuti per far uscire il vapore e fare in modo che i bigné si asciughino dentro, potete mettere un cucchiaio tra lo sportello e il forno cioè. A fine cottura aprire il forno un attimo per far uscire il vapore.

    Prima di farcirli farli rafferdare bene.

(Visited 2.953 times, 1 visits today)
Precedente Strudel salato ricetta veloce salva cena Successivo Bignè mimosa con crema Chantilly

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.