Paccheri ripieni di caponatina e mozzarella su ragù di polpo

Tra i formati di pasta che io prediligo al primo posto vengono sicuramente i paccheri e ieri ho preparato questo saporitissimo primo piatto, i paccheri ripieni di caponatina e mozzarella su ragù di polpo, visto che avevo trovato del buon pesce fresco e del polpo appunto in pescheria!

Naturalmente per questo piatto un po’ elaborato non potevo che scegliere come sempre la pasta, ovvero i paccheri, del pastificio G. Di Martino, maestri pastai, in quel di Gragnano, da generazioni.

Paccheri ripieni di caponatina e mozzarella su ragù di polpo

Paccheri ripieni di caponatina e mozzarella su ragù di polpo

Paccheri ripieni di caponatina e mozzarella su ragù di polpo

Seguimi anche su Facebook : Una pasticcera matta 

INGREDIENTI PER 4 PERSONE :

320 gr di paccheri Di Martino

1 melanzana

1 mozzarella di bufala

sedano q.b.

1/2 cipolla

una manciata di olive verdi denocciolate

1/2 cucchiaino di zucchero

1 cucchiaio di aceto banco

400 gr di passata di pomodoro

300 gr di polpo

1 spicchio d’aglio

prezzemolo

sale

ESECUZIONE :

 

1) Tagliare a dadini la melanzana e soffriggerla in un padella con olio extra vergine d’oliva, unire 2 cucchiai di passata di pomodoro e portare a cottura.

2) Fare a tocchetti il sedano e sbollentarlo per 3-4 minuti, scolare e soffriggere in un’altra padella più piccola.

3) Togliere il sedano e nella stesso padellino rosolare a cipolla.

4) Unire a fine cottura il sedano, la cipolla e le olive nella padella delle melanzane.

5) Per il ragù di polpo : tritarlo a coltello e far soffriggere con aglio tritato e prezzemolo; dopo 4-5 minuti di cottura unire il pomodoro e cuocere incoperchiando per circa 30 minuti.

6) Lessare i paccheri al dente, scaldare la caponatina con la mozzarella fatta a dadini, in modo che si sciolga e riempirci la pasta.

7) Creare un “letto” di ragù di polpo nei piatti e disporre i paccheri farciti, completare con un giro d’olio e una spolveratina di prezzemolo tritato.

 

 

 

(Visited 38 times, 1 visits today)
Precedente Amaro rabarbaro e genziana Successivo Frollini tipo Oranais con crema di nocciola

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.