Crea sito

Marmellata di fragole ricetta

Marmellata di fragole ricetta

Marmellata di fragole ricetta Nella ricetta si parla di altri frutti: in linea di massima potete preparare la stessa ricetta con pesche, albicocche, frutti di bosco, susine, ciliegie.FRAGOLEMarmellata di fragole ricetta

 

Ingredienti (per circa 6 vasetti):
1,1 kg di fragole,
1 kg di zucchero,
½ limone.
Procedimento
Lavate delicatamente le fragole intere con acqua corrente. Non dirigete mai un forte getto di acqua sui frutti che si ammaccano con facilità. Lasciate sgocciolare le fragole finché saranno quasi asciutte.
Togliete i piccioli ai frutti avendo cura di rimuovere anche eventuali parti bianche e ammaccature o parti ammuffite.
Pesate la frutta mondata e pesate quindi la stessa quantità di zucchero. In linea di massima, vale la regola “stessa quantità di frutta e di zucchero”, ma si possono variare leggermente le proporzioni a seconda dell’acidità del frutto scelto.
Mettete le fragole intere o tagliate in 2 se sono proprio grosse e unitevi il succo di limone filtrato. Il limone serve a esaltare il sapore dei frutti, ma non è indispensabile. I frutti grossi come pesche o albicocche vanno tagliati a pezzi.
Portate la frutta e ebollizione e unite lo zucchero mescolando bene.  Cuocete a fuoco medio e eliminate la schiuma che si formerà sulla superficie. E’ necessario schiumare per tutto il tempo della cottura.
Dopo circa 20 minuti, controllate la cottura: versate qualche goccia di marmellata su un piattino e lasciate raffreddare. Se tenendo il piattino in verticale la marmellata non cola, è pronta, altrimenti prolungate la cottura. E questa la fase più critica, imparerete con la pratica. Nel frattempo, sterilizzate i vasetti tuffandoli per alcuni minuti in acqua bollente.
Riempite i vasetti fino a circa 1 cm dal bordo con la marmellata bollente. Ripulite bene i bordi con uno strofinaccio umido per eliminare eventuali colate.
Se usate gli appositi vasetti, chiudeteli immediatamente con coperchi nuovi e rivoltateli. Lasciateli così per qualche minuto, quindi girateli per il verso giusto e lasciateli raffreddare. La marmellata si conserva per un anno in cantina, rigorosamente al buio.
Note:
In stagione, non dovrebbe essere difficile trovare bei frutti rossi e sodi, senza difetti. Si trovano senz’altro più facilmente sulle bancarelle del mercato o dei fruttivendolo che nei supermercati (almeno questa è la mia esperienza). Se poi avete l’opportunità di comperarli freschissimi dal produttore, tanto meglio…
Nella ricetta si parla di altri frutti: in linea di massima potete preparare la stessa ricetta con pesche, albicocche, frutti di bosco, susine, ciliegie.
Io uso volontieri la Pectina (addensante naturale per marmellate) che permette una cottura molto più breve della frutta. La trovate in genere nei reparti zucchero oppure dolci.Oppure un bel gelato di fragole.
Viaspetto nella mia pagina,questa pagina gradisce un mi piace e una condivisionegrazie.facebook
 


Pubblicato da Juli

Salve,non sono cuoca ma ho aperto questo blog per passione,scusate gli errori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.