Crea sito

Cotechino fresco con lenticchie

Il cotechino fresco con lenticchie è un piatto della tradizione italiana che non può assolutamente mancare nel menù del cenone di fine anno perchè, tradizione vuole che, se le lenticchie saranno mangiate a capodanno, porteranno tanti soldi quante lenticchie abbiamo mangiato!

Il cotechino fresco artigianale è, senza dubbio, molto più saporito, genuino e senza conservanti, con una carne soda e una massima resa rispetto a quello venduto precotto, solo che i tempi di cottura si allungano notevolmente, ma ne varrà davvero la pena.

Se preferite, potete usare il cotechino precotto o lo zampone, basterà seguire i consigli di cottura sulla confezione e, per le lenticchie di accompagnamento, potete seguire invece la mia ricetta descritta più sotto e unirvi lo zampone e il cotechino precotto affettati, allo stesso modo per come ho fatto con quello fresco.

Qui alcune idee per accompagnare il cotechino fresco con lenticchie:
Cestini di polenta ripieni, ottimi sia caldi che freddi.
Tartine di polenta con zucchine e brie
Tante Idee per il Menù di Capodanno

Cotechino fresco con lenticchie
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura2 Ore
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1cotechino (fresco da 400-500 g (in alternativa zampone o cotechino precotto))
  • 250 glenticchie secche (giganti)
  • 1cipolla
  • 1pomodoro ramato
  • 2 spicchiaglio
  • 2 cucchiaiconcentrato di pomodoro
  • 1 ramettorosmarino
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • q.b.sale
  • q.b.pepe

Strumenti

  • 1 Pentola per il pesce Agnelli
  • 1 Pentola Lagostina
  • 1 Coltello a lama liscia
  • 1 Piatto ovale
  • 1 Fornello Smeg

Preparazione

Come preparare il Cotechino fresco

  1. cotechino fresco con lenticchie

    Incominciare con il bucare il budello del cotechino con un coltello, in vari punti, per far si che, in cottura, fuoriescano i grassi in eccesso e che il budello non si rompa.

    Chiudere il cotechino con la carta stagnola, come se fosse una caramella.

  2. Utilizzando una pentola abbastanza larga da contenere il cotechino in orizzontale, immergerlo completamente in acqua fredda e mettere sul fuoco. Appena l’acqua bolle, abbassare la fiamma a medio-bassa e far cuocere, con il coperchio, per almeno 2 ore-2 ore e mezza, dipende dalla grandezza del cotechino.

    Io per comodità uso questa pentola per cuocere il pesce, con il coperchio.

  3. Oppure, se avete un cotechino o uno zampone precotto, prepararlo in base alle istruzioni riportate sulla confezione.

Prepariamo le lenticchie

  1. Nel frattempo che il cotechino cuoce, prepariamo le lenticchie.

    NOTA. Il tempo di ammollo delle lenticchie inciderà sui tempi di cottura quindi, più le lenticchie staranno in ammollo meno tempo impiegheranno a cuocersi.

    Dopo aver accuratamente lavato le lenticchie sotto l’acqua corrente, eliminando tutte le impurità, lasciamole in ammollo per 2 ore in acqua calda.

  2. Tagliare a fettine la cipolla e il pomodoro a cubetti.

    In una pentola mettere l’olio, la cipolla, l’aglio spellato tagliato a metà (privato dell’anima interna se presente), il pomodoro, un pizzico di sale, una spolverata di pepe, il rosmarino tritato e il concentrato di pomodoro quindi lasciare rosolare qualche minuto.

  3. Aggiungere le lenticchie scolate, farle saltare qualche minuto poi ricoprirle con l’acqua e lasciarle cuocere, con il coperchio, per circa un’ora (ma la cottura dipende sempre da quanto sono state in ammollo, come specificato più sopra e anche dal tipo di lenticchie: piccole, giganti, ecc).

    Spegnere il fuoco e mettere da parte.

Quando il cotechino sarà cotto

  1. Quando il cotechino sarà cotto, scolarlo dall’acqua di cottura e lasciarlo intiepidire quindi togliere la stagnola e tagliarlo a fette non troppo sottili.

    Mettere le fette di cotechino nella pentola con le lenticchie e farle cuocere insieme per una mezz’ora, tanto per far insaporire bene il tutto.

  2. Servire in tavola il cotechino fresco con lenticchie, disposto su un piatto da portata e accompagnarlo con un cremoso purè e crostini di pane abbrustolito.

    Oppure potreste accompagnarlo con un contorno di Cavolo Verza stufato con pancetta o delle Cipolle borretane alla birra oppure con una fresca Insalata di finocchi e arance.

All’interno dell’articolo, sono stati inseriti link di affiliazione.
4,9 / 5
Grazie per aver votato!
(Visited 1 times, 2.382 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.