Carciofi ripieni in padella


Carciofi ripieni in padella: un contorno davvero saporito e irresistibile che può essere anche un secondo piatto vegetariano e leggero.
Questa è una ricetta semplice, un piatto povero della tradizione contadina.
In particolare, la ricetta che vi propongo me l’ha insegnata mia mamma e si prepara riempiendo i carciofi con un mix di pangrattato e parmigiano, aggiungendo solo olio, aglio, sale e pepe. Cotti in padella, una spolverata di prezzemolo a fine cottura per ottenere un contorno invitante e squisito.
Carciofi ripieni in padella, ottimi caldi ma buonissimi anche freddi a temperatura ambiente.
Vi propongo le ultime ricette con i carciofi che ho preparato, magari ve le siete perse!
Come i deliziosi Cannelloni di crespelle salsiccia e carciofi, o lo squisito Pollo ai carciofi in padella, ricetta leggera, per non parlare del Tortino di patate e carciofi. E per finire in bellezza, ecco una piccola raccolta che potete conservare e tenere sempre a portata di mano: Ricette con i carciofi, facili e che non avete mai provato!

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni3-4 persone
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 6carciofi (non troppo grossi, già puliti)
  • 150 gpangrattato
  • 2 cucchiaiparmigiano grattugiato (facoltativi, da evitare per i vegani)
  • 2 spicchiaglio
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • q.b.sale
  • q.b.pepe
  • q.b.prezzemolo tritato

Strumenti

  • 1 Coltello
  • 1 Padella
  • 2 Ciotole
  • 1 Fornello

Preparazione

Come preparare i carciofi

  1. Per preparare i Carciofi ripieni in padella, potete usare sia i carciofi già puliti o quelli da pulire, in questo caso seguire il procedimento che trovate qui: come pulire i carciofi.

    Una volta che i carciofi saranno puliti, scavare la parte interna, creando un incavo per la farcitura.

  2. Tagliare i gambi alla base del carciofo, pelarli con il pelapatate eliminando la parte più dura e fibrosa quindi tagliarli a rondelle e metterli da parte.

    Man mano che pulite i carciofi e anche i gambi, tuffarli in una ciotola con acqua fresca e il succo di mezzo limone, questo servirà per non far annerire i carciofi.

Preparare il ripieno

  1. Carciofi ripieni in padella

    In una ciotola mescolare il pangrattato, uno spicchio di aglio tritato, privato l’anima interna se presente (è quel filamento/germoglio bianco o verde o anche giallo che rende l’aglio indigesto), il parmigiano grattugiato, sale e pepe, il prezzemolo tritato e olio extravergine di oliva.

    Salare internamente i carciofi e riempirli con il ripieno appena preparato.

Cuociamo i carciofi in padella

  1. In una padella profonda o in una casseruola, scaldare l’olio evo e l’altro spicchio di aglio lasciato intero ma sbucciato.

    Posizionare i carciofi uno vicino all’altro, cercando di farli stare in piedi e aggiungere le rondelle dei gambi e far rosolare tutto per qualche minuto.

  2. Quando le rondelle cominciano a colorirsi, versare l’acqua fino a coprire per 3/4 i carciofi.

    Salare e pepare, coprire con il coperchio e lasciare cuocere a fiamma medio-bassa per circa un’ora o fino a che i carciofi saranno morbidi se infilzati con una forchetta e l’acqua completamente asciugata.

  3. A fine cottura aggiungere del prezzemolo fresco tritato e servire in tavola.

Note

4,7 / 5
Grazie per aver votato!

16 Risposte a “Carciofi ripieni in padella”

  1. Hai ragione, non l’ho scritto! Il ripieno va messo appena lo hai preparato poi procedi alla cottura.
    Grazie per avermelo fatto notare.
    ciao e buona serata 🙂

  2. IO QUESTI CARCIOFI LI FACCIO DA PIù DI 30 ANNI ANZI METTO
    ANCHE UN Pò DI PANCETTA A CUBETTI E UN PO DI OLIVE NERE SNOCCIOLATE TUTTO NEL RIPIENO E SONO BUONISSIMI

  3. come no?c’è scritto quando mettere il ripieno:Salare internamente i carciofi e riempirli con il composto di pangrattato!o no?

  4. Ciao Elena,
    in effetti non lo avevo scritto prima che Taty me lo facesse notare così ho corretto l’articolo! 😀

  5. Io li faccio senza togliere l”interno dei carciofi,li sbollento un po’ li métto ad asciugare a testa in giu’ se rimane un po’ d’acqua li strizzo e per il ripieno allargo il carciofo e li riempio,cosi facilita a mettere il ripieno e rimane piu morbido il carciofo

  6. salve a tutti,sono siciliana e quindi anch’io faccio i carciofi ripieni…….io li faccio così,in una ciotola inserisco formaggio abbontante,una manciatina di mandorle spellate e tagliate in piccoli pezzi,cipollotti o aglio verde,prezzemolo,i gambi dei carciofi (l’interno dei gambi che sono più teneri),tutti tagliati al coltello in piccoli dimensioni,sale,pepe q.b.,quindi prendo un carciofo e gli tolgo giusto qualche foglia proprio quelle brutte poi anche il gambo lasciandone mezzo cm,quindi con il coltello taglio le punte del carciofo circa a metà poi lo sbatto su un tagliere per far sì che si apre più facilmente e metto il ripieno sia all’interno e anche nelle foglie laterali sempre all’interno,li faccio belli pieni e poi li metto in una pentola grande quando sono tutti i carciofi(devono stare stretti stretti) perche in cottura ristringono,quindi inserire acqua all’interno della pentola fino a metà carciofo ed inserire un dado classico (prenderanno piu sapore) e li lascio cuocere a fuoco moderato per un ora o piu,devono risultare morbidi,quindi trasferiteli nel piatto e inserire olio e.v.oliva a crudo sopra e gustare……

  7. deve essere buonissima anche questa tua versione! la prossima volta li provo così!
    grazie per aver condiviso la tua ricetta.
    ..io però non sono siciliana e questa ricetta me l’ha insegnata la mia mamma che è marchigiana 🙂
    ciao e buona serata

  8. ti consiglio di farli e poi mi fai sapere sè ti sono piaciuti…….grazie a presto!

  9. Questa ricetta me l’ha data la mia mamma quindi capisco bene che bei ricordi ti ho riportato alla mente: anche io, ogni volta che li preparo e poi li mangio, mi sembra di tornare a quando ero piccola.
    Un abbraccio cara <3

  10. Mamma mia che buoniii! Mi sono venuti benissimo,quasi come se sapessi cucinare ricetta semplice ma gustosa! Grazie!

  11. Oh Letizia, sono davvero molto felice!!
    Non immagini nemmeno che gioia sapere che la mia ricetta ti sia venuta così bene!!
    Grazie a te per la fiducia e continua a seguirmi 😀

  12. Mia madre, pur essendo toscana, li preparava alla siciliana aggiungendo al pangrattato, che prima abbrustoliva in padella, un cucchiaio di passolina (la nostra uvetta secca piccolissima)ed uno di pinoli. Il resto della preparazione è identico ed il gusto è irresistibile!

  13. ciao Beatrice, anche questa versione deve essere davvero deliziosa ^_^ grazie per il suggerimento 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.