Radicchio rosso in agrodolce con pinoli e uvetta

Oggi vi presento la ricetta del radicchio rosso in agrodolce con pinoli e uvetta un contorno molto semplice che potete preparare pochi minuti. Semplicissimo allo stesso tempo, ma anche molto versatile, perché è un contorno che può essere accostato sia a piatti semplici che più impegnativi.
 Il radicchio appartiene alla famiglia delle cicorie ed è una verdura prettamente invernale. Tra le molteplici proprietà del radicchio ricordiamo: è depurativo, ricco di Vitamina A, C e di ferro. Facilita la digestione e la funzionalità epatica. Ed ora veniamo alla ricetta di oggi, l’aggiunta dello zucchero nella ricetta, rende il radicchio leggermente meno amaro. In aggiunta abbiniamo  dell’uvetta dolce, al sapore piacevolmente agrodolce dell’aceto di mele e le note aromatiche dei pinoli tostati. Perchè bisogna mangiare il radicchio rosso ….. Particolarmente indicato per gli anziani, in quanto il calcio e il ferro in esso contenuti, prevengono l’osteoporosi, ossia la decalcificazione ossea. Per chi soffre di glicemia alta, mangiarlo prima dei pasti, vuol dire formare una vera e propria diga all’innalzamento glicemico.  Quando iniziano a diffondersi le prime influenze ricordatevi che tra le proprietà del radicchio c’è anche quella di rafforzare le nostre difese, “grazie al suo ricco contenuto di vitamina C.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Porzioni3/4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti del radicchio rosso in agrodolce con pinoli e uvetta

  • 1 cesporadicchio rosso
  • 1 cucchiaiopinoli
  • 30 guvetta sultanina
  • 2 cucchiaizucchero
  • 2 cucchiaiaceto di mele
  • 3 cucchiaiolio extravergine d’oliva
  • 1cipolla dorata
  • 1 pizzicosale

Strumenti

  • Padella

Preparazione del radicchio rosso in agrodolce con pinoli e uvetta

  1. Per preparare il radicchio rosso in agrodolce, innanzitutto lavare il radicchio. Dopo di che va tagliato a listarelle.

  2. Pulite e tritare finemente la cipolla, e soffriggetela in un tegame con 3 cucchiai d’olio evo.

  3. Aggiungere il radicchio e facciamo stufare per pochi minuti  mescolando.

  4.  Lasciate l’uvetta a bagno per 10 minuti.

  5. Aggiungete l’uvetta ben strizzata e i pinoli, fate rosolare ancora per pochi min.

  6. Salare e lasciate cuocere ancora per 15 min circa, finchè il radicchio non sarà bello morbido.

    Aggiungere lo zucchero e sfumate con l’aceto di mele. Lasciate sfumare l’aceto, mescolare per amalgamare i sapori.

  7. Cuocere ancora per qualche minuto e servite.

    Devo dire che fatto così è veramente squisito, un contorno di tutto rispetto. Buon appetito.

Consigli

E’ un ortaggio sconsigliato a chi ha problemi di calcoli e colecistite. Da evitare se si soffre di ulcera gastroduodenale. Ripeto che il rapporto tra aceto, zucchero e sale può variare in base al gusto personale di ognuno. Vi consiglio sempre di assaggiare e di correggere con qualche aggiunta se necessario. Va bene qualsiasi tipologia di aceto di mele, di vino, balsamico, uguale per lo zucchero semolato oppure di canna qui sono gusti personali, (a seconda che desideriate un risultato più agre (sarà sufficiente aggiungere un po’ di aceto, oppure più dolce aumentate leggermente la quantità di zucchero).

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
Precedente Spaghetti cacio e pepe Successivo Gnocchi con avanzi di polenta al sugo