Calamari ripieni gratinati al forno

I Calamari ripieni gratinati al forno sono un secondo piatto di pesce gustoso e saporito, ma anche raffinato ed elegante, perfetto per il pranzo della domenica oppure per le feste: Natale, Pasqua o qualche altra ricorrenza. La ricetta dei Calamari ripieni o Calamari imbottiti è abbastanza semplice. Perderete solo un po’ di tempo con la pulizia dei calamari, ma la preparazione del ripieno e i tempi di cottura sono davvero veloci.

Prediligo i calamari ripieni al forno, rispetto alla ricetta dei totani ripieni, perchè la loro carne è più morbida e tenera. Vi assicuro che anche con una cottura al forno in bianco verranno succosi e delicati, per niente gommosi. Il ripieno risulterà umido, grazie all’utilizzo della mollica di pane.

Dopo la frittura degli anelli di calamaro e la pasta con sugo di calamari, potevano mancare i Calamari ripieni gratinati al forno? Siete pronti? Ecco la ricetta!

Calamari ripieni gratinati al forno: calamari imbottiti in bianco

Calamari ripieni gratinati al forno: calamari imbottiti al forno
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    15 minuti
  • Cottura:
    25 minuti
  • Porzioni:
    6 calamari
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Calamari (media grandezza) 6
  • Mollica di pane 100 g
  • Vino bianco 50 ml
  • Parmigiano reggiano 40 g
  • Pangrattato 2 cucchiai
  • Uova 1
  • Mezza Cipolla
  • Aglio 1 spicchio
  • Prezzemolo 1 ciuffo
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale q.b.

Preparazione

  1. Lavate sotto l’acqua i calamari, separate le interiora dai tentacoli, eliminate il dente centrale tra i tentacoli e la penna di cartilagine. Eliminate anche la pelle. Scegliete voi se presentare i vostri calamari ripieni gratinati con le ali oppure toglierle e cuocerle insieme ai tentacoli per il ripieno.

    Guarda il tutorial passo passo su come si puliscono i calamari.

  2. Calamari ripieni gratinati: il ripieno

    Comprate una bella pagnotta di pane bianco e ricavate 100 g di mollica. Tagliatela a pezzi e mettetela in ammollo con dell’acqua.

  3. Fate rosolare la cipolla tritata con un filo di olio e uno spicchio di aglio intero.

  4. Aggiungete i tentacoli tagliati a pezzetti e sfumate con il vino bianco. Basteranno 3-4 minuti e spegnete il fuoco.

  5. In una scodella mettete la mollica strizzata, il pan grattato, il parmigiano grattugiato, l’uovo, un pizzico di sale, 2 cucchiai di prezzemolo appena tritato e i tentacoli con la cipolla, compreso il loro sughetto. Amalgamate il tutto.

  6. Prendete il calamaro pulito e riempitelo a tre quarti. Chiudete l’estremità con uno stuzzicadenti. Continuate così con gli altri calamari. Con uno stuzzicadenti fate qualche buchino sulla superficie del calamaro.

  7. Calamari ripieni gratinati al forno

    Accendete il forno statico a 180°C

    Prendete una pirofila, ungetela con un filo di olio e posizionate all’interno i vostri calamari imbottiti.

  8. Salate la superficie e spolverate 2 cucchiai di pane grattugiato e del prezzemolo tritato. Irrorate la superficie con un filo di olio e infornate nel forno statico preriscaldato a 180°C per 25 minuti. I primi 10 minuti coprite con un foglio di carta stagnola (per evitare che si secchi il calamaro e che diventi troppo abbrustolito il pane per la gratinatura). Una volta che i vostri calamari ripieni gratinati al forno sono pronti, potete servirli belli caldi. Decorate il piatto con dell’insalata e qualche fetta di limone.

  9. Calamari ripieni in padella in bianco

    Se non volete accendere il forno, potete procedere con la cottura in padella in bianco (perfetto in estate!). Scaldate una padella con un filo di olio e aggiungete i calamari ripieni. Sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco. Quando l’alcool è evaporato, salate la superficie e abbassate la fiamma. Coprite con un coperchio e proseguite la cottura per ca. 10 minuti, girandoli a metà cottura. I tempi di cottura in padella sono piuttosto ridotti.

  10. Sia i calamari ripieni gratinati al forno, sia quelli cotti in padella, rimangono morbidi e teneri con un ripieno delicato e gustoso.

  11. Calamari imbottiti: conservazione

    Potete conservare i calamari ripieni già cotti per 1 giorno in frigorifero, in un contenitore ermetico. Potete anche prepararli il giorno prima e conservarli da crudi e già imbottiti, sempre in frigorifero, coperti con pellicola trasparente. Il giorno dopo saranno pronti per essere cucinati.

    Calamari ripieni gratinati al forno: calamari imbottiti al forno

Leyla consiglia…

Se volete preparare i calamari ripieni al forno senza uova, vi basterà sostituire l’uovo con 1-2 cucchiai di latte.

Potete arricchire il gusto del ripieno con qualche acciuga, se vi piace, oppure con dei gamberetti tagliati a pezzetti.

Da provare anche il Salmone al forno in crosta di pistacchi e il Merluzzo con patate al forno.

Torna alla HOME PAGE
Per non perdere nessuna ricetta, metti il “mi piace” QUI sulla mia pagina Facebook QUI sul mio profilo Instagram.

Precedente Rustici con pasta sfoglia e prosciutto per buffet veloce o aperitivo, anche da congelare Successivo Torte natalizie semplici, ricette originali per Natale e Capodanno

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.