Ciabotto, ricetta abruzzese

Il ciabotto è una ricetta tipica abruzzese (in dialetto si chiama “lu ciabbotte”), in particolare teramana, a base di verdure tagliate a cubetti e cotte in pentola. Questo piatto contadino, ricco di gusto e molto sano, sembrerebbe provenire dalla transumanza dei pastori abruzzesi che, tornando dalla Puglia, hanno portato con sé le tradizioni culinarie del sud Italia. Non a caso, questa ricetta è diffusa con diversi nomi (ciambotta, cianfotto e così via) a seconda della regione cui si riferisce.

Il ciabotto abruzzese in particolare, prevede l’utilizzo di molti ortaggi misti tra cui melanzane, zucchine, patate, pomodori e peperoni, e una lenta cottura in una pentola capiente, possibilmente di terracotta. Inutile dirlo, questo contorno (che a dire il vero, per me è un secondo piatto che riempie parecchio) è molto salutare: è preparato esclusivamente con verdure dell’orto, e quindi è ricco di fibre, vitamine e sali minerali. Scopriamo insieme questa ricetta antica!

Altre ricette a base di verdure:

Ciabotto ricetta abruzzese
Ciabotto ricetta abruzzese
  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFuoco lento
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàPrimavera, Estate

Passaggi

Lavate e spuntate le zucchine e le melanzane e tagliatele a cubetti di uguali dimensioni. Lavate i peperoni, privateli del picciolo e dei semi e tagliateli a pezzetti.

Lavate le patate, sbucciatele con un pelapatate e tagliatele a tocchetti delle stesse dimensioni. Lavate i pomodori, sbucciateli e tagliateli a pezzetti. Lavate il sedano e la carota, sbucciate la carota col pelapatate e tagliate a rondelle sia il sedano che la carota.

In una pentola di terracotta, fate soffriggere in un giro di olio extravergine di oliva la cipolla tritata e appena questa inizia ad appassire, versate tutte le verdure nella pentola. Aggiungete due bicchieri d’acqua, aggiustate di sale e coprite con il coperchio. Cuocete a fiamma medio-bassa per circa un’ora.

Togliete il coperchio e alzate la fiamma per far ritirare l’acqua in eccesso. Il ciabotto non deve restare asciutto, ma non deve essere nemmeno brodoso: deve rimanere un sughetto sufficiente a inzuppare il pane!

Ed ecco a voi il ciabotto, ricetta abruzzese tramandata di generazione in generazione. Buon appetito!

Ciabotto ricetta abruzzese
Ciabotto ricetta abruzzese

Consigli

Potete conservare il ciabotto per un paio di giorni in frigorifero, anche nella stessa pentola di terracotta, e scaldarlo all’occorrenza.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!