Crea sito

Sorbetto al melone

Sorbetto al melone deliziosa alternativa light al gelato, molto facile da fare e lo prepari in pochissimo tempo, la parte più lunga è aspettare che il melone congeli in congelatore, Non contiene ne latte ne uova quindi adatto sia ad intolleranti che a chi segue una dieta vegana. Io non aggiungo neppure lo zucchero, ma se lo desiderate potete aggiungere un cucchiaio di sciroppo d’acero o di agave o in alternativa un cucchiaio di zucchero semolato. Puoi provare anche il sorbetto all’anguria anch’esso molto buono e con lo stesso procedimento, oppure se vuoi provare a fare il gelato fatto in casa puoi provare le mie ricette.

Per qualsiasi informazione non esitare a contattarmi nella mia pagina facebook per rimanere sempre aggiornata sulle mie novità mi trovi anche su Instagram Twitter  Pinterest Youtube ti puoi anche iscrivere al canale Telegram
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Porzioni
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • Melone
  • Menta (facoltativa)

Preparazione

  1. Iniziamo a preparare il Sorbetto al melone, tagliate a metà il melone, con un cucchiaio eliminate i semi interni e successivamente tagliate ogni metà a fette, togliete la buccia e tagliate ogni fetta a piccoli pezzi.

  2. Mettete i pezzi di melone in un sacchetto e riponete in congelatore, per almeno alcune ore dev’essere ben congelato. Quando è congelato è pronto per preparare il sorbetto al melone

  3. Versa il melone congelato nel frullatore e frulla per alcuni secondi in modo da ottenere una granita morbida e fine. Se desiderate ottenere un sorbetto più dolce potete aggiungere un cucchiaio di zucchero o dello sciroppo di acero o di agave. Secondo me senza zuccheri è più buono e si assapora meglio la bontà del melone.

  4. Dividete il sorbetto al melone nei bicchieri e guarnisci con delle foglie di menta fresca.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.