Crea sito

Gratin di patate light, ricetta contorno vegetariano

Da quando ho visto la ricetta di questo gratin di patate light sul blog di Mastercheffa, l’ho rifatta spessissimo.

Lei le chiama “patate al latte al forno” però io, dato che sono davvero come un gratin di patate, ho deciso di ribattezzarle.

Unico accorgimento per questa ricetta semplicissima e d’effetto: usare la mandolina o il food processor è d’obbligo. Io uso la lama “a mandolina” del mio Kenwood MultiOne (link affiliato Amazon). Solo così riuscirete a tagliare le patate a fette sottilissime e dello stesso spessore – questo farà sì che si cuociano omogeneamente e, inoltre, risparmierete un sacco di tempo!

Come potete vedere, ho solo una foto del gratin crudo, prima di metterlo in forno… non sono ancora riuscita a fare una foto del gratin dopo la cottura. Viene letteralmente assalito nel giro di pochi secondi!!!

Le dosi della ricetta sono per un contorno per 4 persone. È facilissimo modificare le dosi: pesate le patate sbucciate e aggiungete la metà del peso di latte (ad esempio, 500g patate e 250g latte). Il resto degli ingredienti aggiungeteli “a sentimento”.

Gratin di patate light Ricetta contorno vegetariano Alice nella cucina delle meraviglie
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti – Gratin di patate light

  • 600 gpatate (già sbucciate)
  • 300 mllatte
  • q.b.sale
  • q.b.noce moscata
  • q.b.pepe
  • 30 gburro
  • 30 gGrana Padano DOP

Preparazione

  1. Pelare le patate e tagliarle a fettine con una mandolina o con il food processor.

  2. Imburrare la teglia e distribuire il primo strato di patate.

  3. Salare, pepare, aggiungere un po’ di noce moscata.

  4. Procedere con tutti gli strati di patate, avendo cura di condire ogni strato con sale, pepe e noce moscata.

  5. Finiti gli strati di patate, versare il latte nella teglia.

  6. Ora cospargere la superficie con del formaggio grattugiato e dei fiocchetti di burro.

  7. Cuocere il gratin di patate light in forno statico a 180° per circa 45 minuti.

  8. Io vi consiglio di coprire la teglia con della carta stagnola per i primi 20-30 minuti, altrimenti il formaggio rischierebbe di bruciare.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.