Pasta matta genovese

Pasta matta genovese, o pasta matta ligure, una preparazione di base per moltissime ricette genovesi, tra cui la torta di riso, la torta pasqualina, la torta di carciofi ecc..ma specialmente, la pasta matta è la base per l’inimitabile focaccia al formaggio di Recco. Facilissima da preparare, senza uova, senza lievito, solo farina, acqua, olio e sale.
Questa pasta matta è molto elastica, e si stende davvero molto bene sia con il mattarello che allargandola con le mani molto delicatamente. Dopo la cottura in forno, la pasta matta risulta croccante e rende la preparazione finita davvero unica.
Grazie alla sua semplicità di preparazione, e alla velocità, è una valida sostituta per la pasta sfoglia, che io ritengo essere molto più grassa e stucchevole al palato.
Pasta matta ricetta anche per strudel, o dolci di vario genere, provatela e fatemi sapere!

Pasta matta genovese
  • DifficoltàMedia
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Porzioniper uno stampo da 24 cm
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 190 gFarina Manitoba
  • 85 mlAcqua
  • 20 mlOlio
  • 1 pizzicoSale fino

Preparazione

  1. Per preparare la pasta matta genovese dovete per prima cosa decidere se impastare a mano o in una impastatrice o planetaria.

  2. Versate la farina in una ciotola e aggiungete un pizzico di sale. Mescolate con le mani e create una fontana al centro della farina.

    Unite poco alla volta, l’acqua tiepida a filo; è importante che l’acqua sia tiepida perchè permetterà all’impasto di ottenere una consistenza molto elastica e facilmente stendibile.

  3. Impastate con le mani o con una forchetta, e prima di terminare di aggiungere l’acqua, cominciate ad unire anche l’olio.

    Una volta terminato di aggiungere acqua e olio, impastate tutto molto energicamente fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo.

    Quindi copritelo con un canovaccio e lasciatelo riposare per una mezz’oretta prima di stenderlo e poterlo così utilizzare per le vostre preparazioni.

CONSERVAZIONE

  1. Vi consiglio di preparare ed utilizzare nell’immediato la pasta matta genovese.

CONSIGLIO

  1. Potete usare un olio extravergine d’oliva per un risultato più profumato. Oppure un olio di semi per un risultato più delicato.

    Mentre stendete la pasta, potrebbero aprirsi dei buchi, non vi preoccupate, una volta che fodererete la teglia, potrete strappare un pezzo di eccesso dai bordi e coprire i buchi.

    Il riposo è importante ma non essenziale nella riuscita del prodotto finale. Se avete tempo ve lo consiglio per praticità, poiché dopo il riposo l’impasto sarà più facile da stendere, ma se siete di fretta potete procedere subito.

4,3 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.