torta di mele avvelenata

torta di mele avvelenata
torta di mele avvelenata

 torta di mele avvelenata

La torta di mele avvelenata è una ricetta della mia amica Simona Sfregola.
Prima di passare alla ricetta pero’ voglio raccontarvi una cosa: una sera, Simona mi ha sfidata nel nostro gruppo, di cui lei è amministratrice, Creando fra i fornelli, ad una gara di torte di mele, dove hanno partecipato tanti dei membri del gruppo stesso.
La sfida consisteva in due squadre in cui ognuno decideva la torta di mele da fare, ma, c’è un piccolo ma…..
La squadra di Simona avrebbe dovuto fare la mia torta di mele, la ricetta la trovate qui, e la mia squadra avrebbe dovuto fare quella di Simona!!!
In sostanza non ha vinto nessuna delle squadre, o forse entrambe!!! l’importante è che ci siamo divertiti tantissimo!!!
Mettiamoci a lavoro con stampo da 24 cm
250 gr di farina integrale
3 mele renette piccole
100 ml di olio di oliva
200 gr di zucchero di canna frullato
3 uova
125 gr di yogurt intero denso ( tipo greco)
qualche cucchiaio di latte
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
scorza grattugiata di un limone
Per la decorazione:
zucchero in granella q.b.
gelatina di albicocca q.b.

Prepariamo subito la nostra torta di mele avvelenata: in una terrina, sbattiamo le uova con lo zucchero di canna, senza montarle.
Uniamo l’olio e lo yogurt, mescoliamo bene con una mestola ed otteniamo un composto ben amalgamato.
Aggiungiamo la farina integrale, setacciata assieme al lievito e mescoliamo accuratamente.
Uniamo anche il sale, la scorza grattugiata del limone e qualche cucchiaio di latte, se la massa fosse troppo densa, mescoliamo. Mettiamo l’ impasto nella teglia.
Sbucciamo e tagliamo a spicchietti le nostre mele, decoriamo la superficie della nostra torta di mele avvelenata mettendole a raggiera.
Spolveriamo anche con la granella di zucchero ed inforniamo a 180′ per circa 80′, avendo cura di coprirla con un foglio di alluminio, quando siete ai 40′ di cottura, se dovesse scurirsi troppo.
Sformiamo la nostra torta di mele avvelenata, lasciamola raffreddare su una gratella, dopodiche lucidiamo la superficie con la gelatina di albicocche calda.
Clicca mi piace in Creando si impara !!!

10806876_318083981713697_1778652736_n.jpgsi

Precedente sedani ricotta e pancetta Successivo merendine dal cuore morbido

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.