Anelli di totano in padella con carciofi, ricetta facile

Gli anelli di totano in padella con carciofi sono una ricetta pratica e veloce per portare in tavola un ottimo piatto unico. Questa ricetta oltre a essere semplicissima, permette anche di apprezzare l’armoniosa combinazione tra questi due ingredienti. Un secondo piatto con verdura perfetto per una cena veloce o per un’occasione speciale. Per realizzarlo ho utilizzato il pesce surgelato e già pulito. Vero, la resa migliore del pesce si ottiene utilizzando quello fresco che ha sicuramente un sapore più deciso. Tuttavia la praticità del pesce congelato in tempi moderni, è diventata una vera e propria necessità. E’ comunque possibile utilizzare i totani freschi per realizzare questa ricetta tagliandoli, dopo averli puliti, dello spessore di mezzo centimetro. Ora però non mi resta altro che suggerirvi di seguirmi in cucina, perchè gli anelli di totano in padella con carciofi saranno pronti in un click! 😉

anelli di totano in padella con carciofi ricetta facile
anelli di totano in padella con carciofi ricetta facile
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni2 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

170 g anelli di totano (surgelati)
125 g carciofi
50 g pomodorini secchi sottolio
1 spicchio aglio
15 g olio extravergine d’oliva
sale (q.b.)
peperoncino in polvere (q.b.)
prezzemolo tritato (q.b.)
208,25 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 208,25 (Kcal)
  • Carboidrati 14,74 (g) di cui Zuccheri 1,19 (g)
  • Proteine 13,96 (g)
  • Grassi 12,23 (g) di cui saturi 2,25 (g)di cui insaturi 3,56 (g)
  • Fibre 5,24 (g)
  • Sodio 661,92 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 154 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Strumenti

1 Padella

Passaggi

Come pulire i carciofi

Per prima cosa occupatevi della pulizia dei carciofi. Per prima cosa strofinate le mani con del limone in modo che le sostanze all’interno di questa verdura che a contatto con l’aria si ossidano non vi anneriscano le mani. Successivamente preparate una bacinella con dell’acqua fredda e il succo di limone per evitare che i carciofi puliti anneriscano. A questo punto potete procedere con la pulizia dei carciofi. Tagliate quindi la punta, eliminando quindi le spine.

Successivamente sfogliate il carciofo togliendo le foglie più esterne e più dure. Occupatevi a questo punto del gambo. Eliminate quindi la parte finale e della parte restante togliendo anche le spine e con l’aiuto di un pela patate rimuovete lo strato esterno fibroso.

Tagliate quindi il carciofo a metà, privatelo della barbetta e successivamente tagliate a rondelle il gambo e la testa a fette e trasferiteli nella bacinella con acqua e limone.

come pulire i carciofi
come pulire i carciofi

Preparazione degli anelli di totano

Rosolate ora per qualche minuto lo spicchio d’aglio sbucciato nella padella con l’olio. Dopodichè aggiungete i carciofi scolati dall’acqua acidula e i pomodorini secchi scolati dall’olio.

Fate quindi cuocere per qualche minuto con coperchio regolando di sale. Aggiungete anche gli anelli di totano sgelati, puliti e asciugati con della carta da cucina e continuate la cottura per 10 minuti regolando di sale se necessario.

preparazione degli anelli di totano in padella
preparazione degli anelli di totano in padella

Gli anelli di totano in padella sono pronti! Serviteli con del prezzemolo tritato e del peperoncino in polvere se gradite.

servite gli anelli di totano con prezzemolo tritato e peperoncino secco
servite gli anelli di totano con prezzemolo tritato e peperoncino secco

Variazioni e consigli

Gli anelli di totano in padella possono essere conservati per due o tre giorni in frigorifero.

Per un sapore in più potete aggiungere anche dei capperi dissalati o sott’aceto e delle olive taggiasche.

Se ti è piaciuta questa ricetta potrebbe anche interessarti Seppioline con verza, pomodorini secchi e olive, oppure Seppioline in umido piccanti in pentola a pressione, o anche Spezzatino di vitello con carciofi in pentola a pressione, oppure Calamari ripieni in pentola a pressione, o Carbonara di carciofi.

Seguimi anche su Pinterest qui, su Instagram qui e sulla mia pagina Facebook qui. Se ti è piaciuta la ricetta, metti Mi piace. Grazie!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!