Pasta brioche, impasto base

La pasta brioche è uno degli “impasti base” che è bene tenere a mente per diverse preparazioni: che voi vogliate preparare delle briochine, delle ciambelline, una treccia, delle pagnottine dolci, qualsiasi cosa la vostra fantasia vi faccia venire in mente, potete ricorrere a questo “impasto base” che vi suggerisco oggi.

Pasta brioche

  • Portata: Dolce
  • Difficoltà: Facile
  • Cottura: Forno

PASTA BRIOCHE

Ingredienti per la pasta brioche:

  • 300 g di farina manitoba
  • 200 g di farina 00
  • 90 g di zucchero
  • 150 g di burro
  • 150 g uova intere (corrispondono a 3 uova medie) a temperatura ambiente
  • 12 g di lievito di birra fresco (mezzo cubetto) oppure 4 g di lievito disidratato
  • 100 g di acqua a temperatura ambiente
  • 8 g di miele (circa un cucchiaino)
  • semi di mezza bacca di vaniglia o estratto di vaniglia
  • un pizzico di sale

Preparazione della pasta brioche:

  • In una ciotolina lavorare il burro a temperatura ambiente con il sale e i semini della bacca di vaniglia (quest’operazione fa di che il burro, essendo una sostanza grassa, assorba gli aromi e i profumi e li distribuisca meglio nell’impasto).
  • Nella ciotola della planetaria aggiungere gli ingredienti secchi: le due farine, lo zucchero e il lievito (io ho usato quello istantaneo in polvere). Montare il gancio a spirale, azionare la planetaria, aggiungere il miele, le uova (una alla volta) e l’acqua a filo e lavorare fino ad ottenere un impasto compatto ma morbido.
  • A questo punto aggiungere il burro a piccole dosi e continuare a lavorare l’impasto facendo assorbire per bene il burro prima di aggiungerne altro. Lavorare il tutto per circa un quarto d’ora, fino a quando l’impasto si staccherà dalla ciotola (se questo non dovesse succedere aggiungere un pizzico di farina). L’impasto ottenuto sarà morbido, elastico e rimarrà attaccato al gancio (in termini tecnici si dice che l’impasto si è incordato).
  • Trasferire l’impasto sul piano di lavoro. Dal momento in cui l’impasto è molto morbido è meglio aiutarsi col burro, ungendo sia il piano di lavoro che le vostre mani per lavorarlo senza farlo attaccare. Lavorarlo brevemente per formare una palla e trasferirlo in una ciotola leggermente imburrata, coprire con la pellicola e far riposare per un paio d’ore in un ambiente tiepido (io l’ho messo nel forno spento con la luce accesa) fino a che l’impasto non avrà raddoppiato il suo volume.
  • Quando il volume sarà raddoppiato potete procedere con la ricetta che preferite, oppure potete scegliere di far riposare il vostro pan brioche in frigorifero per tutta la notte (12 ore circa) in questo modo l’impasto continuerà la sua lievitazione e otterrete un prodotto più morbido, più alveolato e con un migliore profumo.

– Pasta brioche –

Se ti piacciono le mie ricette, segui la mia pagina facebookCooking Giulia!
Clicca “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime novità ;) a presto!

Precedente Frollini al parmigiano Successivo Biscotti alla banana con gocce di cioccolato

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.