Crea sito

PASTA AL PESTO

Non mi stancherò di ricordare che Liguria e Sardegna hanno molte affinità con la loro cucina; sicuramente, secondo qualche ricerca fatta, dovuto ad invasioni di popolazioni, soprattutto spagnole, che hanno lasciato le loro tracce culinarie.

A casa mia si cucinava molto ligure e la “pasta e pesto” era uno dei piatti che mia mamma preparava abbastanza spesso. Non era un piatto dispendioso, il basilico e l’aglio non mancavano quasi mai nell’orto di casa; i pinoli non li compravamo, ma li raccoglievamo direttamente nelle folte pinete del mio paese, al limite si faceva senza.

Sorprendente come un piatto, tutto sommato povero, sia diventato uno dei piatti italiani più buoni e più conosciuti, oltre che essere il biglietto da visita della cucina ligure.

Non ho la pretesa di spiegare come si fa la pasta al pesto, ma descriverò solo il mio modo di prepararla.

La mia pianta di basilico, che ancora per fortuna si mantiene bella e lussureggiante è stata la mia musa ispiratrice oggi

Ricetta

Ingredienti (per circa 3 porzioni)

una manciata abbondante di foglie di basilico, possibilmente le più tenere
una manciatina di pinoli
1 spicchio d’aglio
pecorino sardo e parmigiano qb
olio evo  un bicchiere scarso, di cui una parte per completare il piatto
sale qb
1 o 2 patate
Linguine per 3 porzioni

(eccezionalmente oggi, per non spennare troppo la pianta, ho aggiunto delle foglie di maggiorana e di prezzemolo)

Ho messo nel mortaio i pinoli, l’aglio e il basilico ed ho pestato fino a renderlo in poltiglia; ho aggiunto per ultimo l’olio

Nel frattempo ho messo l’acqua per la pasta e ci ho messo dentro anche due patate tagliate a spaghetti molto sottili. Non appena l’acqua è giunta a bollore ho salato e calato le linguine.

Nel frattempo ho trasferito il pesto una ciotola capiente e l’ho mantecato col formaggio e un poco dell’acqua di cottura

Ho scolato le linguine al dente e le ho trasferite nella ciotola per amalgamarle col condimento

Ho mescolato bene e impiattato irrorando alla fine con un giro di olio

voilà

Pubblicato da azzurratagliaecucina

Mi chiamo Antonietta, ma per familiari e amici sono da sempre Azzurra. Perché Taglia e Cucina? Perché mi piace passare dalla padella… al cucito!

8 Risposte a “PASTA AL PESTO”

  1. come al solito mi hai fatto venir fame, anche perche' tratti un piatto tra i miei preferiti. I liguri "puri" inorridiscono quando sentono parlare di prezzemolo nel pesto, ma per me ci sta bene. Ciao……gourmet.

  2. con il clima che avete voi ti potresti permettere un'intera aiuola di basilico; io lo metterei anche nel caffe'…..esagerato !

  3. Io adoro il pesto ma lo faccio raramente perchè lo mangio solo io maritozzo non piace. Buono mangiato con gli occhi dall'immagine ciaooo

  4. Ciao Azzurrina, che bello che hai messo la pasta al pesto sulla tua tavola e sul blog, mi fa sentire molto vicino a te! Grazie per le tue parole e per essere passata proprio quando avevo bisogno di voci amiche 🙂 Un bacione a presto

I commenti sono chiusi.