Risotto al NERO di SEPPIA

Il nero non stanca mai e questo principio vale non solo per la scelta dell’abbigliamento ma anche per questo piatto di Risotto al nero di seppia, gustoso e raffinato.

Un evergreen per me irrinunciabile soprattutto nei periodi di festa grazie al sapore intenso di mare regalato dal nero di seppia ed al suo aspetto TOTAL BLACK di grande effetto ed impatto visivo.

Per chi non lo sapesse questa ricetta ha tutt’altro che nobili origini, un tempo veniva preparata dai pescatori che per risparmiare e scartare il meno possibile utilizzavano il nero della seppia per condire la pasta o le seppie.

Nel tempo questo inchiostro dal gusto e colore intenso si è fatto strada ed è diventato un ingrediente molto apprezzato e rivisitato nelle cucine gourmet dei grandi chef.

Ma torniamo alla nostra ricetta del risotto al nero di seppia.

Una preparazione assolutamente alla portata di tutti, perfetta per chi ama i sapori di mare, il cui profumo è un invito all’assaggio.

Il risotto al nero di seppia è la scelta giusta se vuoi incantare i tuoi ospiti per una cena importante o magari per le imminenti feste natalizie.

Se non hai la possibilità di reperire ingredienti freschi, utilizza seppie surgelate ed acquista le sacche di inchiostro già pronte che trovi al supermercato, non sarà buono come la versione realizzata con prodotti freschi ma potrai in ogni caso assaporare la bontà di questa ricetta semplice ma dal sapore inconfondibile.

E ora seguimi e vieni a scoprire i miei consigli per realizzare al meglio questo risotto al nero di seppia.

  • DifficoltàFacile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4
  • CucinaItaliana

Ingredienti

320 g riso Carnaroli
250 g seppie (già pulite)
60 g scalogno
70 ml olio extravergine d’oliva
60 ml vino bianco
10 g nero di seppia
q.b. sale
1 ciuffo prezzemolo
q.b. pepe nero (macinato)
1 l brodo vegetale
515,06 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 515,06 (Kcal)
  • Carboidrati 70,08 (g) di cui Zuccheri 3,13 (g)
  • Proteine 15,75 (g)
  • Grassi 18,03 (g) di cui saturi 2,56 (g)di cui insaturi 0,36 (g)
  • Fibre 1,79 (g)
  • Sodio 1.260,61 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 200 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Strumenti

Padella
Pentola

Passaggi

step 1

Prendi le seppie, sciacquale sotto l’acqua, stacca la testa dai tentacoli in quelle più grosse e taglia la sacca a rondelle.

Lava il prezzemolo, asciugalo e tritalo finemente, fai lo stesso con lo scalogno.

step 2

Prendi una pentola antiaderente dai bordi alti e fai soffriggere lo scalogno con 50 ml di olio extravergine di oliva, continuando a mescolare.

Quando sarà ben rosolato (circa 5 minuti) unisci le seppie e prosegui la cottura per circa 2 minuti a fuoco basso.

step 3

Unisci il riso e lascialo tostare per altri 2 minuti sempre mescolando continuamente.

Sfuma con il vino, lascia evaporare, poi aggiungi il brodo vegetale poco alla volta, non appena quello precedente è stato totalmente assorbito.

A metà cottura unisci il nero di seppia.

step 4

Gli ultimi minuti di cottura (per il tempo totale della cottura del risotto segui le tempistiche indicate sulla confezione) regola di sale, a piacere aggiungi del pepe nero macinato.

Spegni il fuoco e manteca con un filo di olio extra vergine di oliva che donerà lucentezza al piatto.

Ora sei pronto ad impiattare, spolverizza con il prezzemolo fresco tritato e servi subito

Segui il mio profilo INSTAGRAM cliccando QUI

CONSERVAZIONE

Il risotto al nero di seppia andrebbe consumato appena pronto. Nel caso in cui dovesse avanzare riponilo in un contenitore ermetico per al massimo 1 giorno in frigorifero.

Vi sconsiglio di congelarlo.

CONSIGLI

A meno che tu non sia particolarmente esperto nel maneggiare le seppie ti consiglio di fartele pulire dal pescivendolo e farti consegnare anche la sacca contenente il nero di seppia. Se ci fossero problemi per quest’ultima perché magari si rompe puoi trovare al supermercato i sacchettini di nero di seppia (per questa ricetta sono necessari 10 g di nero di seppia).

Per arricchire il risotto al nero di seppia puoi aggiungere anche scampi o gamberi.

Come detto in premessa questa ricetta può essere realizzata anche con ingredienti congelati e le bustine di nero di seppia confezionate.

Una variante prevede in fase di mantecatura del risotto l’aggiunta di un cucchiaio di parmigiano, io sinceramente non amo nei risotti a base di pesce l’utilizzo del formaggio quindi non l’ho utilizzato, lascio a voi la decisione.

ALTRI PRIMI A BASE DI PESCE

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *