Mini crostata di mele in vasetto – Apple pie in a jar

apple pie 3

Navigando l’immensa onda del web ci si può imbattere in idee davvero brillanti e innovative. è cosi che sono incappata in questi mini-capolavori di pasticceria domestica.
Il nome inglese è “Apple pie in a jar” che letteralmente significa “torta di mele in barattolo/vasetto”. cosa fosse esattamente questo barattolo però mi sfuggiva. ho guardato centinaia e centinaia di foto e vedevo questi minibarattoli di vetro, e non capivo dove acquistarli, se era vetro appositamente progettato per il suddetto scopo, vetro temperato, antifuoco, antiesplosione, antipanico.
tutti sembrano avere questi mistici vasetti…. tutti tranne me.
apple pie
Mini crostata di mele in vasetto - Apple pie in a jar Mini crostata di mele in vasetto - Apple pie in a jarallora ho deciso di fare una cosa di impulso. ho preso i vasetti della panna acida, che erano perfetti come grandezza, ne avevo due, poi ho preso due vasetti di quelli apri e chiudi, con la guarnizione di gomma e la levetta di ferro, ho smontato le parti mobili e rovinabili in forno (gomma e ferro appunto) togliendo cosi anche il tappo….e mi son detta: “o la va o la spacca”. letteralmente. nel senso che se i vasetti non avessero retto sarebbero esplosi in forno, e avrei dovuto buttare via tutto quanto.

non nego che ero un po’ in apprensione la prima volta che ho aperto il forno, ho inforcato gli occhiali da sole, li ho indossati, ho fatto due scongiuri e ho aperto (perchè dovete sapere che il mio forno industriale non ha il vetro quindi ogni volta che apri è un mistero ciò che può essere accaduto all’interno nel frattempo).
e invece sorpresa delle sorprese,  non erano esplosi, anzi stavano cuocendo alla perfezione!!!
ho pensato che finalmente anche io avrei potuto avere la mia apple pie in a jar, perchè non era giusto che tutto il mondo l’avesse e io no…ecco. mi sono presa la mia piccola rivincita 🙂
quello che mi ha sorpreso davvero del vetro (oltre al fatto che un comunissimo vasetto da alimenti non sia esploso) è che cuoce benissimo, e dona una crosticina davvero croccante alla pie crust, o brisè, che compone lo strato esterno della crostatina.
il ripieno di questa crostata è il classico ripieno della Apple Pie americana, quindi mele, cannella, maizena per asciugare i succhi che si creano durante la cottura.  il contrasto tra interno molto dolce e brisè lievemente salata è notevole, ed è cio che più caratterizza questo tipo di crostata.
sono carinissime anche come idea regalo, ad es per natale.

INGREDIENTI:

per la pie crust:
–  320 gr di farina
– 1 cucchiaino di sale
– 2 cucchiai abbondanti di zucchero
– 220 gr di burro
– 5 cucchiai di acqua o q.b

per il ripieno:
– 4-5 mele
– 20 gr burro
– limone
– 20 gr maizena
– 50 gr zucchero muscovado (io uso questo della Coop ed è buonissimo!)
– 1 cucchiaino cannella

Procedimento:

Per la pie crust (ossia la base in simil-pasta brisè): pesare gli ingredienti e mettere farina, sale, zucchero e burro freddo a pezzetti nel mixer.
Azionare il mixer alla massima velocità finchè il composto non diventa simile alla sabbia bagnata. Quindi aggiungere uno alla volta un cucchiaio di acqua gelata, la ricetta dice 5, ma a seconda della grandezza del cucchiaio potrebbero volercene di più o di meno. L’impasto deve cambiare consistenza e da sabbioso diventare compatto ma non umido.
Stendere la pasta brisè su un piano infarinato (o aiutandosi con la carta forno) e rivestire 4 barattoli precendemente infarinati e imburrati. A seconda della profondità del barattolo è possibile che sia più facile ritagliare una base rotonda e poi una striscia alta di pasta da mettere sul bordo, facendo attenzione di farla aderire bene alla base. Mettere in frigo a raffreddare.

Per il pieno: fondere il burro nel microonde e lasciarlo raffreddare.
Sbucciare e tagliare a quadretti piccoli le mele, e irrorarle col succo di 1/2 limone. aggiungere lo zucchero muscovado, la cannella, il burro, la scorza del limone grattata e la maizena.
Mettere il ripieno nelle basi di pasta brisè e chiudere a proprio piacimento, o con un coperchio di pasta (facendo però un foro per fare uscire il vapore) o con delle striscie tipo crostata.  spennellare con un rosso d’uovo e spolverare di zucchero (oppure spolverare soltanto di zucchero ed diventa una ricetta senza uova per chi ha intolleranze)

Mettere in forno preriscaldato a 180° per circa 30 minuti, ma potrebbe volerci anche di più. Il vetro ci aiuterà a capire bene il grado di cottura, poichè la brisè deve risultare dorata anche alla base.

cliccate qua se volete leggere TRUCCHI E SUGGERIMENTI PER DOLCI PERFETTI
– se il ripieno risulta troppo acquoso aggiungere altri 5/10 gr di maizena, oppure scolare un po’ di succo prima di mettere il composto nelle basi di brisè. in alternativa si può anche decidere di precuocere in padella un po’ le mele prima  di metterle nella base, ma mi raccomando, poi vanno lasciate freddare completamente.
mele cotte