Crea sito

STRUDEL DI MELE

Strudel di mele un dolce tipico del Trentino Alto Adige, un classico dolce della tradizione sudtirolese a base di una sottile sfoglia e un ripieno di mele, uvetta, pinoli, aromatizzato alla cannella.

Per preparare lo strudel con le mele mi sono fatta consigliare da Leyla che non a caso è tirolese ma è anche la mia migliore amica, quindi la ricetta che vi darò è collaudata e buonissima!
La versione della ricetta dello strudel più conosciuta è ovviamente quella alle mele, ma ne esistono numerose varianti sia dolci che salate, anche a base di impasti differenti come pasta frolla o sfoglia, a seconda della zona.
Lo strudel alle mele è un dolce irresistibile e può essere servito accompagnandolo con crema inglese o panna montata ed ovviamente da solo, vi svelo un segreto… io quando taglio le fette non resisto e mangio tutti i pinoli che fuoriescono al taglio… non ditelo a nessuno però…
Vediamo come fare lo strudel di mele!
E come sempre se provate la ricetta fatemi sapere se vi è piaciuta!
Valeria
Non dimenticate di seguirmi nella mia pagina facebook(QUI) e su Instagram (QUI)
Iscrivetevi al mio Gruppo Facebook Vale Cucina e Fantasia- il gruppo del blog

STRUDEL DI MELE DOLCE DEL TRENTINO ALTO ADIGE
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni8 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

INGREDIENTI strudel di mele

STRUDEL DI MELE

PER L’IMPASTO

  • 200 gfarina 00
  • 80 mlacqua
  • 3 cucchiaiolio di oliva
  • 1 pizzicosale

PER IL RIPIENO

  • 1 kgmele
  • 40 gpangrattato
  • 50 gpinoli
  • 50 guvetta
  • 40 gburro
  • 100 gzucchero
  • cannella in polvere
  • scorza di limone (grattugiata)

Preparazione strudel di mele

  1. COME PREPARARE LO STRUDEL DI MELE

    Preparare la pasta tirata o pasta matta

    In una ciotola versate la farina e il sale, aggiungete l‘olio di oliva e mescolate.

    Unite l’acqua lentamente e lavorate a l’impasto a mano o nella planetaria.

    Quando avrete ottenuto un panetto avvolgetelo nella pellicola e fatelo riposare per almeno 30 minuti in frigo.

  2. Preparate il ripieno per lo strudel di mele

    Private le mele della buccia e farle a pezzetti piccoli, mettetele in una ciotola ed unite lo zucchero, i pinoli, l’uvetta, la buccia del limone e la cannella.

    In una padella fate sciogliere il burro, unite il pangrattato e fatelo dorare.

  3. Come si fa lo strudel alle mele

    Riprendete la pasta dal frigorifero ed adagiatela su un canovaccio da cucina leggermente infarinato.

    Con il mattarello tirate la sfoglia che dovrà essere molto sottile.

    Dovete ottenere un rettangolo, spennellate leggermente il rettangolo ottenuto con poco burro fuso e cospargetelo con il pangrattato tostato in precedenza.

    Questo assorbirà l’acqua che le mele rilasceranno in cottura.

  4. Mettete sulla pasta tirata il ripieno di mele ed arrotolate lo strudel dalla parte più lunga.

    Sigillatelo benissimo ai lati e ponetelo su una teglia rivestita di carta forno aiutandovi con il canovaccio.

    Spennellate la superficie con del burro e cuocete lo strudel di mele in forno statico a 180° per circa 40 minuti circa o comunque fino a doratura.

    Una volta cotto se volete potete spolverizzarlo di zucchero a velo.

  5. VARIANTI E CONSIGLI

    Lo strudel si può preparare anche con la pasta sfoglia ma la tradizione prevede la pasta tirata.

    Potete servire il vostro strudel caldo accompagnato da panna montata.

    Se la ricetta vi è piaciuta potrebbero interessarvi DOLCI CON LE MELE o CROSTATA ALLE MELE CON CREMA DI PANNA o TORTA MELE E CREMA.

  6. STRUDEL ALLE MELE

CONSERVAZIONE

Lo strudel di mele si può conservare sotto una campana per dolci per 1-2 giorni. Se avete utilizzato tutti ingredienti freschi potete congelarlo.

4,5 / 5
Grazie per aver votato!

9 Risposte a “STRUDEL DI MELE”

  1. Ciao ! Sono la Regina degli strudel !! ahahahahah ! Che “titolo nobiliare” fantastico ! Grazie di cuore. A parte gli scherzi, ti ringrazio di avere provato la ricetta e grazie per le tue parole. Ovviamente contentissima di averti fatto respirare un po’ di aria di montagna anche a casa tua ! Un abbraccio, Leyla

  2. Ciao!
    Oggi ho preparato il ripieno e domani inforno tutto… ma ho un dubbio: la sfoglia va bucherellata?

  3. Grazie mille, sappi che ogni volta che cerco una ricetta seguo te e vado sul sicuro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *