Crea sito

Vienna gluten free

Vienna gluten free

Guida con foto ai ristoranti, bar e negozi che offrono pietanze senza glutine

Lo scorso luglio sono stata per quattro giorni a Vienna. Da brava celiaca in viaggio ho portato con me una scorta di cibo che occupava metà del mio bagaglio da stiva,perché come dico sempre, non si sa mai. Avevo fatto lo stesso ragionamento per il mio viaggio a Londra, dal quale però, sono tornata con più scorte di cibo di quelle con le quali ero partita.

Avevo fiducia che avrei trovato tanti locali e prodotti senza glutine anche a Vienna, in base a quello che avevo trovato facendo un’approfondita ricerca sul web.  Questa volta, però, ho avuto un po’ di brutte sorprese. In questa affascinante città europea purtroppo, ho avuto l’impressione che non esistessero celiaci e che il gluten free fosse per lo più una moda. Ora vi spiego perchè ho avuto questa impressione, analizzando i locali dove sono stata.

Prima, però, dedico due parole al viaggio in aereo, che ho fatto con Eurowings. Purtroppo non ho potuto scegliere il pasto senza glutine nella fase di prenotazione perchè è un volo a corto raggio. Se con Alitalia qualcosa ero riuscita a trovare (un pacchetto di patatine), questa volta mi sono accontentata di un bicchiere di té caldo con limone.

Fate attenzione all’orario in cui decidete di andare a cena: anche d’estate i locali chiudono prestissimo: intorno alle 22:30-23 e spesso nei weekend sono chiusi.

Ah, e un’altra cosa: l’acqua. L’acqua in questa città deve avere qualcosa di speciale: la vendono anche a 3-4 euro 350 ml!


Vienna gluten free

Vienna gluten free

 

  • Prima tappa: McDonald’s. Questa famosissima catena di fast food a Vienna offre un’ampia scelta di panini senza glutine che in Italia ancora non abbiamo. Io ho optato per un semplicissimo cheese burger. Mi è piaciuto molto di più di quello che trovo ultimamente in Italia. Il pane con i semi di sesamo era morbidissimo e per niente colloso, azzarderei a dire perfino leggero. All’interno c’era il classico burger, per niente secco, accompagnato da una fettina di formaggio che mi sembrava cheddar. Ho accompagnato il panino da una porzione di patatine fritte sfogliate, che mi hanno assicurato essere senza glutine. Il sundae al cioccolato ha completato il mio pranzo.

 

 

  • Vapiano. Bene, è considerata una catena che offre pasti senza glutine e vedo che è spesso consigliata nei gruppi per l’alimentazione fuori casa glutenfree. La mia esperienza però non è stata delle migliori. Premessa: è impostato come un self-service. Ho letto il menu ed ho deciso di ordinare una pizza. Ho parlato con il responsabile delle pizze, il quale mi ha spiegato che le pizze senza glutine vengono cotte nello stesso forno delle pizze normali, sullo stesso banco dove vengono poggiate quelle con il glutine, usando la stessa pala e le stesse mani sporche delle altre pizze che vengono fatte sul momento, perché da loro tutti fanno così ed il ragazzo sembrava sorpreso delle mie domande. Sinceramente, ho preferito non rischiare di passare l’intera vacanza in camera ed ho optato per il piatto che vedete in foto.  Prosciutto crudo, mozzarella, verdure cotte sul momento su una piastra dove venivano fatte solo quelle, olive e formaggio.

  • Blue Orange. Eccezionale! Come visibile dal menù, sono possibili molte opzioni senza glutine, ed i panini vengono cotti sul momento, (bisogna attendere circa dieci- quindici minuti) in reparti separati da quelli normali. Non ho mai mangiato un panino senza glutine più buono di questo! Su richiesta potete averlo anche vuoto, per poterlo portare via e farcirlo come preferite.

Vienna gluten free

  • Alla salute! Promosso! Nel menù che ci hanno dato erano presenti tanti tipi di pizza, e tutte assolutamente senza glutine (per tutti!). Hanno varie opzioni vegane e vegetariane e alcuni tipi di farcitura sono ricercati. Attenzione, però, perchè chiude molto presto la sera. Noi abbiamo provato una carbonara ed una funghi e prosciutto. Aggiornamento: mi è stato comunicato che purtroppo ha recentemente chiuso.

Vienna gluten free

 

  • Zum Wohl. Assolutamente delizioso anche questo locale. Tutto il menu è senza glutine ed hanno alcune opzioni vegane. I piatti sono ricercati e ben disposti, d’altronde, anche l’occhio vuole la sua parte, no?! Prezzi leggermente sopra la media, ma li vale tutti. Ho provato il filetto di petto d’anatra che viene servito accompagnato da una meravigliosa salsa a base di arachidi tostate e da spaghetti di verdure. Ho provato anche le crepes ripiene di gelato e le pesche grigliate con il gelato. Tutto ottimo.

Vienna gluten free

 

  • Oberlaa è una catena di pasticcerie con varie sedi, che propone delle torte e macarons senza glutine, in un ambiente gradevolissimo. Ho provato la Schoko-mousse torte, la Kurbard torte ed una terza (perdonatemi, non mi ricordo il nome) che trovate qui sotto in foto.

Vienna gluten free

 

  • Brandauer. Si trova vicino al a Schlossbrau. Dopo il giro ai palazzi imperiali ed al giardino botanico avevamo una gran fame, ma non riuscivo a trovare nessun posto che potesse offrire qualche pietanza senza glutine, finchè non siamo capitati in questo grazioso ristorante, che d’estate ha i tavoli all’aperto. Per fortuna qui è possibile pranzare anche oltre le 15. Questo posto è stato una scoperta, o forse, complice la fame sorta a seguito di una lunghissima giornata passata a camminare, le pietanze erano favolose. Ho provato sia i tipici wurstel cotti in brodo e serviti in una graziosa cocotte, sia un piatto più elaborato: straccetti di peto di pollo, coperti da peperoni grigliati su un letto di patate grigliate. Di solito non gradisco molto i peperoni, ma questo piatto era eccezionale, per davvero! Se tornassi a Vienna, sicuramente farei di nuovo tappa in questo ristorante.

 

  • WienerWald. Situato vicino Stephansplatz è stato un’ancora di salvezza. Non riuscivo a trovare alcun posto dove potessi mangiare. Abbiamo deciso di fermarci qui perché mi son detta: almeno una fettina di pollo cotta sulla piastra l’avranno. Ho provato a parlare con il cameriere, ma mi è sembrato piuttosto confuso sulla celiachia, così ho preso quello che di più semplice potevano darmi: mezzo pollo arrosto.
  • NH Hotel Wien City. Alla prenotazione mi hanno detto che su richiesta hanno la colazione senza glutine, ma ho preferito fare un giro per market e trovare prodotti nuovi senza glutine, considerati anche i prezzi non proprio contenuti dell’opzione breakfast. Così ho trovato (finalmente) i wasa senza glutine!

 

  • supermarket hanno alcune opzioni di alimenti senza glutine che sicuramente potranno salvarvi in molte occasioni. Qui ho trovato una cosa che cercavo da tanto tempo: le wasa senza glutine!

Per quanto riguarda altri locali che mi ero segnata prima di partire, ma dove non sono stata sono:

  • Nestroy Gasthaus dove fanno la tipica cotoletta viennese senza glutine, ma che io ho trovato chiuso entrambi i giorni in cui volevo andarci
  • Easy going bakery
  • Allergiker cafe
  • Pizzeria Scarabocchio
  • Backerei Grimm
  • Anni’s Bröselei
  • Selbstverständlich glutenfrei

Un tipico dolce viennese è la Kaiserschmarren. Se vuoi provare a farla anche tu, qui trovi la ricetta senza glutine!

Pubblicato da unesplosionedibonta

Mi chiamo Consuelo, nel 2009 ho scoperto di essere celiaca ed intollerante al lattosio. Sono molto esigente in cucina ed essendo insoddisfatta di alcuni prodotti preconfezionati sto imparando a farli da sola, ritrovando il gusto di un tempo che ancora non ho dimenticato. La mia missione è rendere felici le persone con la mia cucina e soprattutto far venire il sorriso ai celiaci che ricercano il gusto di un tempo, perché intolleranza non vuol dire rinuncia ai buoni sapori!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.