Pasta e fasoi, ricetta veneta pasta e fagioli

La Pasta e fasoi è una ricetta tradizionale veneta (e non solo), presente in tutta la regione con varianti diverse a seconda delle zone. Un primo piatto corposo e gustoso, perfetto per le giornate fredde, non solo invernali. Ottima da gustare dopo una giornata trascorsa in montagna all’aria aperta.

STAGIONALITA’ dei fagioli borlotti secchi: tutto l’anno

PASTA e FASOI ricetta veneta Pasta e fagioli, Ortaggi che passione by Sara
  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:20 minuti
  • Cottura:40 – 80 minuti
  • Porzioni:6 persone

Ingredienti

Ingredienti base

  • 300 g fagioli borlotti di Lamon (secchi)
  • 1,5 l Acqua
  • 2 foglie alloro secco
  • 2 spicchi Aglio (sbucciato e privato dell’anima)
  • 50 – 80 g Lardo (o pancetta)
  • 1 carota
  • 1 porro (o cipolla)
  • 1 costa Sedano
  • 1 rametto Rosmarino
  • q.b. Sale
  • 200 g Pasta (dadini o tagliatelle spezzettate)

Ingredienti facoltativi

  • 2 foglie Salvia
  • un cucchiaio Concentrato di pomodoro
  • q.b. Pepe

Preparazione

  1. Pasta e fasoi

    ricetta veneta pasta e fagioli

    Lasciare i fagioli secchi in ammollo in acqua fredda per almeno 12 ore (una notte), cambiandogli l’acqua qualche volta.

    Scolarli e trasferirli nella pentola a pressione (o una capace pentola) con un litro e mezzo d’acqua, uno spicchio d’aglio e le foglie di alloro. Cuocere a fuoco dolce per 20 minuti dal fischio (o 60 minuti dal bollore se in tegame tradizionale), spegnere il fuoco e lasciare i fagioli al suo interno.

    Preparare il soffritto

    Nel frattempo tritare il lardo, uno spicchio d’aglio, la carota, il porro, il sedano e il rosmarino. Porre il tutto a rosolare in una padella.

    Scolare metà dei borlotti e con un mestolo d’acqua frullarli con il mixer (per fare più in fretta, si può inserire direttamente il minipimer ad immersione dentro alla pentola a pressione e ridurre a crema circa metà fagioli).

    Aggiungere ai fagioli e alla loro acqua, il soffritto degli aromi e delle verdure e poco concentrato di pomodoro (facoltativo). Riportare a bollore la pasta e fasoi, regolare di sale.

    Aggiungere la pasta secca (o fresca all’uovo) e portare a cottura.

    Servire con un filo d’olio extravergine di oliva a crudo e del pepe macinato al momento.

VARIANTI

Per una consistenza più corposa della pasta e fasoi, aggiungere una patata alla cottura dei fagioli, da frullare prima di aggiungere la pasta.

Per una versione più leggera – light: usare l’olio extra vergine di oliva in sostituzione del lardo e/o pancetta.

In passato, in sostituzione del lardo si usava la cotenna (o cotica) di maiale, che deve essere, preventivamente, sbollentata  in acqua per 5 minuti per poi essere scolata e raschiata.

CURIOSITA’

I fagioli secchi dopo l’ammollo raddoppiano il loro peso.

fritole venete - TRE 3 venete in cucina

Questa ricetta fa parte della rubrica “3 venete in cucina“.

Da iosonopaola.it trovi la gustosa ricetta degli gnocchi di pane (gnoch de pan).

In Veneto360.land leggi l’articolo sul bel Brent de l’Art, in provincia di Belluno.

.

Per restare informato sulle ultime ricette di ORTAGGI che PASSIONE seguimi su FACEBOOK o su INSTAGRAM o su TWITTER.

Copyright © Ortaggi che passione by Sara

Precedente MAGGIO calendario verdura di stagione Successivo Tiramisù con le fragole, ricetta facile

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.