Insalata di castraure, come mangiare i carciofi crudi

L’ insalata di castraure è un gustoso antipasto vegetariano. Questo tipo di carciofino si raccoglie da aprile fino a metà giugno ed è tenerissimo e carnoso, perfetto per essere mangiato crudo.

Stagionalità dei carciofi o carciofini:

da novembre a metà giugno in base alla varietà

Insalata di Castraure crude carciofi crudi ORTAGGI che passione by Sara
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    20 minuti
  • Cottura:
    zero minuti
  • Porzioni:
    2 porzioni

Ingredienti

  • 2 castraure (o carciofi teneri, piccoli, freschissimi e senza peluria interna)
  • circa 40 g Parmigiano reggiano (o trentingrana)
  • 1 cucchiaio succo di arancia (o limone)
  • 1 cucchiaio Olio extravergine d’oliva
  • q.b. sale e pepe
  • la punta di un cucchiaino di senape in polvere (macinata al momento)
  • q.b. prezzemolo fresco (facoltativo)
  • q.b. Semi di girasole (facoltativo)

Preparazione

  1. Insalata di Castraure crude carciofi crudi ORTAGGI che passione by Sara

    Insalata di castraure

    come mangiare i carciofi crudi

    Prima di tutto con un affetta formaggio tagliare il Trentingrana a fette sottili e porlo su tutta la base di un piatto.

    In una tazza preparare anche l’emulsione con cui condire l’insalata di castraure: sale, senape in polvere macinata al momento (e/o pepe), succo di arancia (e/o limone) e olio extra vergine di oliva.

    Preparare il prezzemolo lavato e tritato.

    Quindi pulire i carciofi (utilizzando dei guanti in lattice per non sporcarsi le dita), eliminare le foglie più esterne del carciofino fino ad arrivare a quelle più chiare e tenere, tagliare via la punta spinosa.

    Una volta puliti metterli in acqua e lavarli velocemente (acidulare l’acqua con succo di limone o di arancia solo se le castraure rimaranno in ammollo per più tempo, questo per evitare che diventino neri).

    Togliere i carciofi dall’acqua a mano a mano che si tagliano: prima a metà e poi a fettine sottili. Porle immediatamente sopra il piatto con il parmigiano e versarci sopra il condimento con una cucchiaino per spargerlo uniformemente.

    Spolverare l’insalata di castraure con il prezzemolo e/o i semi di girasole.

Altri abbinamenti

  • utilizzare un formaggio a pasta compatta o del pecorino romano
  • decorare l’insalata di castraure con scaglie di mandorla, granella di nocciole o pistacchi o pezzi di gherigli di noci
  • nell’emulsione aggiungere poco aglio tritato e del peperoncino in polvere

.

Per restare informato sulle ultime ricette di ORTAGGI che PASSIONE seguimi su FACEBOOK o su INSTAGRAM o su TWITTER.

Copyright © Ortaggi che passione by Sara

 
Precedente Pesto di foglie di ravanelli, e altre ricette del riciclo

Lascia un commento

*