Crea sito

Risotto di patata dolce

Risotto di patata dolce

Risotto di patata dolce

 

Non tutti i mali vengono per nuocere.

E non mi riferisco alle intolleranze o alla repentina scoperta di una stravagante allergia.

Parlo anche dei kili di troppo, quelli che personalmente fatico a buttar giù.
Presi durante le vacanze –”non pensavo, non sembrava, eppure ora …”–, sedimentatisi a suon di stress e scarso riposo, impressi, fissi, sullo schermetto della nostra fida bilancia.

Incancellabili?

Tutt’altro, ma c’è da premettere che la pazienza qui giocherà un ruolo fondamentale, ancor più essenziale di quello che svolge in fase di scatto per risparmiare una, infinitesima fettina del dolce appena sfornato.

Pazienza che fatichiamo, io in primis, a trovare perché fagocitati dal caos della routine e delle contingenze.

Pazienza nel rispetto degli obbiettivi ma prima ancora nella scelta di questi ultimi.

Nell’individuare (da soli o chiedendo aiuto ad esperti) cos’ha originato l’aumento, ricalcolare il fabbisogno giornaliero in base agli obbiettivi prefissatisi e…continuare a mangiare.

Nessun nutrizionista, biologo o alimentarista competente e sano di mente vi consiglierà mai il digiuno; quello perpetuo e perpetrato, protagonista di tante diete che appunto diffamano il termine stesso.

 

Perché anche dopo un ricalcolo, un riassetto, il modo in cui ci alimentiamo rimane parte integrante del nostro stile di vita.

Il cambiamento può essere inizialmente shockante e difficile da attuare, ma è sicuramente più rapido il processo di adattamento se si è ben interiorizzato il concetto di “corretta alimentazione”, sinonimi, annessi e connessi inclusi.

 

Volete dunque l’esito del mio ricalcolo?

Meno zuccheri ma tanti carboidrati.

Un taglio ai grassi e una ridimensionata all’apporto proteico giornaliero.

Attività costante o, meglio, programmata.

Niente esibizionismo, ma come sempre…tanta pazienza.

Risotto di patata dolce

Quella che stranamente non serve per preparare un piatto originale, ricco (per l’appunto) di carboidrati e perfetto come alternativa a un qualunque classico primo:
Risotto di patate dolci

Da un’idea naturalmente gluten-free di The Pistachio Project eccovi una versione non a caso risottata del sweet potato rice, cotta per soli 15 minuti e senza bisogno di mantecatura finale, low-fat ma nutrientissima.

Curiosi e già affamati?


Ingredienti

(Per 1 porzione)

  • 250 gr di Patate dolci (circa metà di una grande)
  • 1 cucchiaino d’Olio d’oliva
  • Brodo di spezie (cumino in polvere, paprika forte, cannella, zafferano, curry, curcuma, aglio in polvere)
  • Sale q.b.

 

Preparazione

Tagliate prima a listarelle le vostre patate dolci, e poi grattuggiatele o a mano o adoperando l’apposita lama in dotazione al vostro frullatore.

Otterrete così dei grani, come se fossero grani di riso.

Trasferite il riso ottenuto in una padella antiaderente di ampio diametro.

A parte riempite un pentolino con circa 200 ml di acqua e aggiungetevi le spezie elencatevi, o quelle che più preferite!

Portate a bollore e spegnete il fuoco.

Aggiungete un cucchiaino d’olio al vostro riso di patata dolce, salate e lasciate soffriggere leggermente.

Versate in padella il brodo di spezie fino a coprire i grani; chiudete col coperchio e lasciate cuocere a fiamma media per circa 15 minuti, controllando di tanto in tanto che non si attacchi al fondo.

 

N.B. Se volete un riso (passatemi sempre il termine) più sgranato, non dovrete fare altro che ridurre la quantità di liquidi usati per la cottura, e dunque anche i tempi.
Basteranno infatti circa 4 cucchiai di brodo e 5 minuti di cottura a fiamma media (i primi due con coperchio) per avere un risotto ben sgranato.
Altro stratagemma può essere aumentare la quantità di grassi: un cucchiaio colmo anziché un cucchiaio d’olio dunque, i soliti 4 cucchiai di brodo e i classici 5 minuti di cottura.

 

Una volta che i liquidi saranno stati interamente assorbiti, non vi rimarrà che servire il vostro risotto di patata dolce, con o senza una porzione di proteine.

Che dirvi di più…Buon appetito!

Quasi dimenticavo!

I valori medi per una porzione di risotto di patata dolce sono:

50 gr di Carboidrati

7 gr di Grassi

5 gr di Proteine