Crea sito

Torta margherita all’olio ricetta senza burro

La torta margherita all’olio è una variante della torta margherita classica. Tale versione classica è caratterizzata dall’avere una buona quantità di uova e di burro. Ho cercato in lungo e in largo sul web una ricetta di una versione con l’olio, tuttavia non ho trovato granchè, così ho pensato di inventarmi da me una ricetta che mi piacesse. Ho quindi cercato di creare una torta che fosse il più possibile leggera, cercando un buon compromesso tra le uova e gli altri ingredienti. Non meno importante è stata la scelta di impiegare come grasso l’olio extravergine d’oliva. Questo particolare, assieme alle dosi degli ingredienti, rendono diversa la torta margherita da un semplice pan di spagna. Nondimeno, questa torta soffice e profumata è perfetta per essere farcita nei modi più golosi: spazio allora alle confetture e alle creme. Cambiando l’aroma, inoltre, (arancia, al posto del limone), la torta margherita all’olio può essere arricchita con gocce di cioccolato. Naturalmente, questo non esclude che possa essere gustata e apprezzata anche in versione “neutra”, spolverizzata con zucchero a velo, ideale per la colazione o la merenda.

Come ho già scritto, questa torta prevede l’impiego dell’olio extravergine d’oliva. Si sa che malgrado la sua bontà e salubrità, esso può conferire ai dolci un sapore troppo marcato. Per ovviare a tale problema, occorre esaltare gli aromi del dolce: usate pertanto vaniglia e non vanillina e buccia grattugiata di un limone biologico; benchè le molecole odorose degli aromi artificiali siano identiche a quelle degli aromi naturali, il bouquet aromatico risulta comunque più ricco impiegando aromi naturali. Da ultimo, ci tengo a precisare di porre attenzione alla cottura della torta margherita all’olio: tende ad asciugare molto facilmente, dunque controllatela dopo 30 minuti di cottura, con forno rigorosamente non ventilato.

 

Torta margherita all'olio ricetta senza burro
  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: 35 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 8 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 170 g farina
  • 30 g Fecola di patate
  • 140 g Zucchero
  • 2 uova
  • 2 tuorli
  • 50 g olio extravergine di oliva (delicato, adatto ai dolci)
  • 1 limone (la scorza grattugiata)
  • ½ bacche vaniglia
  • 10 g Lievito in polvere per dolci
  • zucchero a velo (per decorare)

Preparazione

  1. 1. Montate bene le uova e i tuorli con lo zucchero per almeno 10-15 minuti, fino a che la battuta cadrà a nastro. Aromatizzate con i semini della vaniglia e la scorza grattugiata del limone.

  2. 2. Unite a filo l’olio continuando a sbattere, poi setacciate sul composto la farina, la fecola e in ultimo il lievito. Mescolate con delicatezza dal basso verso l’altro fino a ottenere un impasto omogeneo.

  3. 3. Versate l’impasto nello stampo unto e infarinato o foderato con carta forno e cuocete la torta margherita all’olio in forno preriscaldato a 170° per 30-35 minuti. Dopo 30 minuti fate la prova stecchino per verificare la cottura.

  4. 4. Sfornate la torta e lasciate raffreddare. Servite cosparsa con abbondante zucchero a velo.

     

Note

– Se proprio non tollerate l’olio extravergine di oliva, potete usarne uno di semi.

Ecco qualche idea per farcire la vostra torta margherita all’olio:

 

Ti piacciono le mie ricette e vuoi essere sempre aggiornato? Clicca “Mi piace” e seguimi anche su Facebook! Grazie!!

4,6 / 5
Grazie per aver votato!

18 Risposte a “Torta margherita all’olio ricetta senza burro”

  1. ……quando avevo montato le uova a regola d’arte, mi sono accorta che non hai menzionato quando inserire lo zucchero!L’ho messo vanigliato prima delle farine. Ora la torta è in forno…..speriamo bene!!!

  2. Buona, molto delicata e leggera!
    Io ci ho aggiunto pezzetti di mela e banana e l’ho dovuta cuocere piu’ a lungo, forse per via della teglia che ho usato.
    Complimenti e grazie mille!

    1. Ciao Maria Teresa, la quantità di farina è corretta, si tratta di soli 170 g dopotutto. L’impasto è denso, ma ti assicuro che non ha nulla a che vedere con quello del pane. Le accortezze da avere sono montare bene le uova e non farla cuocere troppo. A presto!

      1. Ciao, sarà questione di gusti ma a me la torta, tra farina e fecola, sembra davvero farinosa! Le uova le ho montate molto bene e la torta l’ho cotta il giusto infatti è rimasta chiara… ho anche incorporato la farina dall’alto verso il basso per non smontare le uova ed evitare lo sviluppo del glutine… La prossima volta diminuirò il quantitativo di farina :)

        1. Ciao Maria Teresa, naturalmente i gusti sono sempre molto personali e ciò che piace a me può non piacere a te e viceversa. Posso però garantirti che sono arrivata ad elaborare questa ricetta dopo molteplici prove in cucina. Rispetto ad altre torte il peso della farina rapportato a quello degli altri ingredienti è adeguato. Prima di provare a ridurre la quantità di farina, allora, ti propongo di provare a ridurre la temperatura del forno e/o i tempi di cottura (ogni forno è diverso). La torta in ogni caso resta chiara, non affidarti al colore come indicatore di giusta cottura. Dovresti ottenere una torta delicata e leggera, prova poi fammi sapere :)

  3. Ciao ho provata a farla molto buona… poi ho provato la stessa ricetta diminuendo la fecola aggiungendo farina, i miei tre bamnini l’hanno mangiata e mi hanno fatto i complimenti sia per la prima che per la seconda. Le ho farcite con crema al cacao

  4. Ciao, devo provarla questa torta all’olio evo, visto che dai commenti che leggo sembra golosa, e poi è anche sana. :) Leggo che ci vuole l’olio evo delicato, andrà bene uno qualsiasi del supermercato con la dicitura “delicato”?

  5. Ciao, vorrei sapere come cambiano le proporzioni per una teglia 28. Se possibile vorrei capire se si può sostituire lo zucchero con il miele. Grazie

    1. Ciao, per una teglia da 28 cm occorre moltiplicare tutte le dosi per 1,5.
      Per quanto riguarda la sostituzione con il miele, è una cosa che ti sconsiglio poichè il miele, a differenza dello zucchero, è liquido e ciò va ad alterare la struttura del dolce, per cui andrebbero ricalibrati opportunamente anche gli ingredienti secchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.