Erbazzone

Adoro le ricette della tradizione italiana: prendete per esempio l’erbazzone. E’ un piatto semplicissimo ma dal sapore unico! Un semplice impasto croccante che racchiude un morbido ripieno di erbe (la tradizione chiama la bietola, me è ottimo anche con le spinaci) e formaggio.
Viene chiamato anche Scarpazzone perchè veniva preparato anche con la costa della bietola chiamata appunto scarpa.

erbazzone
  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo20 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 400 gfarina tipo 1
  • 40 mlolio extravergine d’oliva (o strutto)
  • 200 mlacqua (tiepida)
  • q.b.sale
  • 500 gbietola (o spinaci)
  • 100 gparmigiano Reggiano DOP
  • 2cipollotti freschi
  • 1 spicchioaglio
  • 100 gpancetta affumicata

Preparazione

  1. Per prima cosa bisogna preparare l’impasto che deve riposare circa 20 minuti. Mettete in una ciotola la farina con un pizzico di sale, fate una sorta di fontana e versateci 30 ml do olio.

    Aggiungete l’acqua tiepida e mescolate, prima con un cucchiaio poi con le mani, fino a far assorbire tutti i liquidi. Trasferite l’impasto sul piano di lavoro e lavoratelo fino a formare un panetto liscio. Copritelo con la pellicola o con un piatto e fatelo riposare almeno 20 minuti

    Nel frattempo preparate la farcia dell’erbazzone: lavate molto bene le bietole, cuocetele per 5 minuti in acqua bollente poi mettetele a scolare. Preparate la pancetta tagliata a dadini e i cipollotti tritati finemente.

  2. Mettete sul fuoco una padella ampia con 2 cucchiai di olio e fatelo scaldare, metteteci lo spicchio di aglio in camicia e i cipollotti tritati e fate soffriggere un minuto.

    Versate anche la pancetta e fatela rosolare per un paio di minuti, fino a quando diventa croccante. A questo punto aggiungete le bietole strizzate e tagliate grossolanamente, aggiustate di sale e mescolate. Cuocetele per 5 minuti, poi spegnete la fiamma. Quando si saranno freddate aggiungete anche il parmigiano grattugiato e mescolate ancora fino a farlo amalgamare completamente.

  3. Ora non rimane che riprendere l’impasto e dividerlo in due parti, una un po’ più grande dell’altra. Stendetela parte più grande con il mattarello fino ad ottenere un diametro di circa 30 centimetri.

    Trasferite l’impasto su una teglia rotonda facendo in modo che i bordi rimangano alti. Forate la base con una forchetta poi versate il ripieno stendendolo in modo uniforme (ricordatevi di togliere l’aglio!).

    Stendete il secondo disco di impasto e usatelo per coprire il ripieno, poi sigillate i bordi con le dita.

  4. erbazzone

    Forate anche il secondo disco con una forchetta, poi cospargetelo con l’olio rimasto e spennellatelo su tutta la superficie.

    Cuocete l’erbazzone in forno ventilato, preriscaldato a 190°, per 30 minuti, fino a quando prenderà un bel colore dorato.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.