Crea sito

Olive schiacciate sotto olio condite

Olive schiacciate sotto olio condite con aromi ricetta antica del Sud Italia ricca di gusto e profumi mediterranei. Ho seguito una ricetta antica calabrese tramandata da generazioni, ma allo stesso tempo mi sono fatta consigliare dai miei lettori, come ad esempio Andrea che mi inviato il suo procedimento e una sua bellissima foto delle “olive ammaccate“. Il procedimento per realizzare le olive schiacciate è semplicissimo, occorre solo un po’ di pazienza e una pietra o un martello oppure un batticarne. Diciamo che ammaccare le olive è la parte più noiosa della ricetta delle olive schiacciate ma, facendoci aiutare dai piccoli di casa, può diventare anche divertente 😉  Le olive schiacciate dopo averle deamarizzate vengono condite con aglio, peperoncino piccante, tanto finocchietto selvatico e olio evo. Il risultato finale sono delle olive schiacciate profumate, croccanti e leggermente piccanti. Se vogliamo fare le olive ammaccate dobbiamo sbrigarci, tra qualche giorno acquisiranno acqua di vegetazione e non più sarà conveniente realizzarle. Vediamo come procedere.

Olive schiacciate sotto olio condite ricetta il mio saper fare

Olive schiacciate sotto olio condite

Ingredienti:

  • olive verdi polpose
  • sale
  • semi di finocchio selvatico
  • aglio
  • olio evo
  • origano
  • peperoncino piccante
  • aceto bianco
  • vasetti sterilizzati

Procedimento:

Foto di Andrea

Olive schiacciate sotto olio condite ricetta il mio saper fare

  1. Lavare le olive, eliminare quelle non integre e metterle in uno scolapasta
  2. Schiacciare le olive con il batticarne o una pietra oppure un martello facendo attenzione agli schizzi ed eliminare il nocciolo ( si può evitare di eliminare il nocciolo ma il tempo per farle addolcire sarà più lungo)
  3. Man mano che olive vengono schiacciate vanno immerse in una capiente ciotola piena di acqua fredda
  4. Aggiungere un po’ di sale (calcolare 1 cucchiaio colmo di sale per un litro di acqua), sistemare sopra un piatto per non far salire a galla le olive. Le olive devono sempre essere immerse nell’acqua per non farle diventare scure. Cambiare l’acqua 2 volte al giorno e ogni volta aggiungere un po’ di sale. Questa operazione va eseguita per circa 1 settimana  o anche più. Le olive devono risultare dolci e conviene assaggiarle
  5. Appena le olive risulteranno dolci, scolarle ed eliminare il nocciolo se non si è fatto all’inizio
  6. A questo punto va eliminata tutta l’acqua di vegetazione dalle olive utilizzando un torchietto o lo schiacciapatate. Questa operazione è molto importante per la conservazione del prodotto
  7. Una volta eliminata l’acqua di vegetazione possiamo condire le olive con aglio a pezzetti, peperoncini, origano, fiori o semi finocchio. Mescolare il tutto e aggiungere 1 bicchiere di aceto ogni due kg di olive, mescolare ancora e far riposare per qualche ora (il tempo di riposo dipende dai vostri gusti, più restano in aceto e più le olive ne acquisiranno il suo sapore)
  8. Passare nuovamente le olive nel torchietto o nello schiacciapatate per eliminare l’aceto
  9. Invasare le olive in vasetti di vetro sterilizzati, comprimerle bene per eliminare l’aria e coprire con olio evo
  10. Prima di chiuderli ermeticamente aspettare qualche ora per il rabbocco se necessita
  11. Conservare in frigo chiusi ermeticamente, le olive schiacciate saranno pronte dopo pochi giorni

Vi invito a diventare fan della mia pagina Facebook per essere così sempre aggiornati sulle mie nuove ricette e restare in contatto con me. Cliccateseguimi-f

 

Se volete potere ricevere gratuitamente tutte le mie ricette tramite posta elettronica, cliccate sull’icona e NON dimenticate di confermare l’email che riceverete 😉  email-newsletter

ENJOY E GRAZIE PER L’ATTENZIONE :)

 

9 Risposte a “Olive schiacciate sotto olio condite”

  1. Sono calabrese e conosco molto bene le “olive ammaccate” ma non sono mai riuscito a conservarle.
    Mi assicuri che il tuo procedimento va bene?

    1. Ciao Mimmo, non risparmiare il sale 😉 Seguila mia ricetta epreparane solo un kilo come prova 😉 Mi raccomando meglio salate che ammuffite 😉

  2. Grazie per avermi condiviso questa ricetta. Fatte in questo modo, si possono conservare a lungo (diciamo, mesi), o devono rimanere in frigo? Nel frigo l’evo s’indurisce e poi, non ho tanto spazio!

    1. Ciao 😉
      è meglio tenerle in frigo coperte da olio per evitare la muffa. Anchr se l’olio si solifica basta posto per farlo ritornare liquido. Evitare la muffa è la cosa più importante. Cerca di ricavare un po’ di spazio 😉 Un caro saluto e alla prossima !

  3. Hi. Thanks so much for sharing this recipe. I followed your recipe and put them under oil this morning. The recipe says to keep them in the fridge. Is this method safe for preserving them long term out of the fridge. I have limited space in the fridge and I dislike when the olive oil solidifies.
    Kind regards,

    1. Hello 😉
      they have to stay in the fridge to avoid the mold … I know that the oil solidifies but it is not negative. Try to find a space in the fridge. Best wishes
      Marisa

  4. Carissima Marisa. Intanto grazie per le tue straordinarie ricette. L’ hanno scorso ho fatot le tue olive in salamoia. Molto buone, anche se un po’ asaporite, o almeno a me erano venute così.
    Una domanda su questa ricetta: quando scrivi “Cambiare l’acqua 2 volte al giorno e ogni volta aggiungere un po’ di sale” per “un po’ di sale” intendi la stessa proporzione descritta, cioè si rifà l’ acqua salata come sopra o si mette solo un po’ di sale genericamente ? Adesso è il momento di fare le olive dei due olivi nanetti che ho in giardino. Poca produzione: l’ anno scorso erano in tutto 780g. ….!! – 5 barattolini. Ma la soddisfazione…. Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.