Capperi sotto sale | Come conservare i capperi

Capperi sotto sale, un modo sicuro e infallibile per conservare i capperi perfettamente.  I capperi sono i boccioli di un arbusto che nasce spontaneamente e sono quasi sempre i protagonisti di tante ricette tipiche del Mediterraneo. Il loro sapore si sposa perfettamente con tanti ingredienti e questo li rende perfetti per aromatizzare insalate, primi piatti dai sapori decisi, pizze, salse e tanto altro. Ci sono due modi per conservare i capperi: sotto sale e sotto aceto, ma quello che preferisco in assoluto è la conservazione sotto sale che è molto più facile e non richiede molto impegno. Vediamo come procedere.

Capperi sotto sale | Come conservare i capperi il mio saper fare
  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    0 minuti
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • 500 g capperi
  • 500 g sale grosso
  • vasetti di vetro

Preparazione

  1. Capperi sotto sale | Come conservare i capperi il mio saper fare

    Procedimento:

    1. Tagliare lo stelo dei capperi ad uno a uno, lavarli delicatamente, farli scolare, tamponarli con un canovaccio e far asciugare completamente.
    2. In un vasetto procedere con un primo strato di sale, uno strato di capperi di circa 1 cm, un altro di sale e procedere così sino completare il vasetto. Si possono conservare i capperi anche con una percentuale di sale di circa il 40% del peso dei capperi ma, dato che il sale è un valido conservante e che comunque vanno dissalati, conviene abbondare.
    1. Conservare i vasetti in un luogo buio e fresco e di tanto in tanto agitare i vasetti. (In questa fase si crea un po’ di acqua che solitamente viene buttata in quanto è amara, ma si può evitare)
    2. I capperi sotto sale saranno pronti dopo 40 giorni e si conservano per quasi 2 anni.
    3. Per consumare i capperi sotto sale, vanno prima dissalati in abbondante acqua fredda cambiandola più volte, scolati bene e tamponati con carta cucina, sciacquati con l’aceto, strizzati delicatamente, messi in un vasetto coperti con olio evo, conservati in frigo e utilizzati man mano per le ricette. Conviene dissalare piccoli quantitativi di capperi e lasciare il resto sotto sale.

    Vi ricordo che si può impiegare un quantitativo minore di sale (circa il 40% del peso dei capperi) ma è preferibile abbondare. I capperi sotto sale sono pronti dopo circa 40 giorni e si conservano per circa 2 anni. Conviene mettere sott’olio solo un piccolo quantitativo e lasciare il resto sotto sale. L’acqua di vegetazione si può eliminare ma non è essenziale farlo. Conoscete la differenza tra capperi e cucunci? I capperi sono i fiori non aperti mentre i cucunci sono i frutti che nascono dai fiori o capperi non raccolti. I capperi di Pantelleria sono i migliori ;)

Note

Vi invito a diventare fan della mia pagina Facebook per essere così sempre aggiornati sulle mie nuove ricette e restare in contatto con me. Allora cliccate QUI e poi mettete MI PIACE. Se volete potere ricevere gratuitamente tutte le mie ricette tramite posta elettronica, cliccate QUI 

Precedente Pasta sfoglia zucchine e patate per una torta salata veloce e facile Successivo Crostata morbida versata ricetta senza uova per torte e crostate alla frutta

2 commenti su “Capperi sotto sale | Come conservare i capperi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.