Crea sito

Pandolce con lievito madre

Il pandolce con lievito madre è un lievitato soffice che racchiude un mix di sapori e profumi. Un dolce natalizio facile da realizzare, ma che necessita di una lunga lievitazione, dovuta all’utilizzo del lievito madre. Ma il risultato finale vi ripagherà della lunga attesa!

Pandolce con lievito madre
  • Preparazione: 30 minuti+30 di riposo Ore
  • Cottura: 1 Ora
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni:
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • 500 g Farina Manitoba
  • 130 g Zucchero
  • 125 g Burro fuso
  • 100 g Lievito madre
  • 1 Uova
  • 30 g Pinoli
  • 50 g Pistacchi
  • 25 g Frutta candita
  • 150 g Uva sultanina
  • 10 g Semi di finocchio
  • 1 cucchiaino Acqua di fiori d'arancio
  • 1 cucchiaio Miele
  • 1 bustina Vanillina
  • 100 g Marsala
  • 5 g Sale

Preparazione

  1. Per facilitare il compito usare la planetaria, ma se si è sprovvisti di questo elettrodomestico, si può impastare a mano, seguendo lo stesso procedimento.

    Innanzitutto bisogna avere il lievito madre abbastanza attivo, quindi rinfrescarlo tre volte in un giorno, prima di procedere con l’impasto.

    Mettere nella ciotola della planetaria, munita di gancio, il lievito madre spezzettato, unire 150 g di acqua tiepida e 250 g di farina. Impastare a velocità 1, fino a quando l’impasto si staccherà dalle pareti della ciotola. Trasferirlo in una ciotola, coprirlo con la pellicola e lasciare lievitare per 18 ore.

    Trascorso il tempo del riposo si procede con l’impasto: mettere la farina rimasta nella ciotola, aggiungere il marsala, il burro fuso, lo zucchero, il miele, la vanillina, l’acqua di fiori d’arancio e il sale. Avviare la macchina a velocità 1 ed iniziare ad impastare, quando si sarà formato un panetto compatto, unire la pasta lievitata e continuare ad impastare per altri quindici minuti circa, fino a quando l’impasto si presenterà ben incordato e si sarà staccato dalle pareti della ciotola.

    A questo punto unire all’impasto i semi di finocchio pestati, i pinoli, i pistacchi, i canditi e l’uvetta ben strizzata. Impastare ancora un po’, in modo che gli ingredienti si distribuiscano bene nell’impasto.

    Trasferire l’impasto sul piano di lavoro leggermente infarinato. Con le mani dare una forma tondeggiante, quindi posizionarlo in uno stampo rotondo dai bordi alti,imburrato, del diametro di 22 cm. Coprire con la pellicola e lasciare lievitare per 12 ore circa.

    A lievitazione ultimata, incidere la superficie con due tagli a croce e cuocere nel forno già caldo a 180° per un’ ora circa, mettendo un pentolino di acqua dentro il forno.

    Sfornare il pandolce con lievito madre, lasciare intiepidire, togliere dallo stampo e farlo raffreddare completamente. Consiglio di consumarlo dopo 24 ore.

    Il pandolce si conserva benissimo per oltre una settimana, coperto da una campana per dolci.

Note

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.