Arancine siciliane di riso-ricetta classica

Le arancine siciliane di riso sono una ricetta classica della cucina siciliana, una specie di crocchetta ripiena di ragù, formaggio, piselli, ma anche funghi, dipende dalle zone e dalle varianti.

Eh si, perché se si parla di arancine siciliane di varianti ce ne sono a iosa: a  Siracusa ha la forma a pera ed è chiamato “arancino” maschile, mentre a Palermo hanno la forma delle arance e sono pertanto chiamate “arancine”. Per non parlare del ripieno: chi mette la tuma, chi la mozzarella, chi funghi e ragù, chi solo ragù, chi ragù e piselli, etc., abbiamo quindi insomma una grande differenziazione da una zona all’altra dell’isola.

Io sono toscana, ma amo la Sicilia in tutto, dall’arte alla natura e amo naturalmente la sua cucina fantastica e ricca, mi perdoneranno gli amici siciliani se ho l’ardire di cimentarmi in questo piatto, che cucino da sempre  (con consigli avuti da amici siciliani) e che ho anche realizzato sul lavoro due estati fa.

Arancine siciliane di riso-ricetta classica

Arancine siciliane di riso-ricetta classica
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    60 minuti
  • Cottura:
    5-6 minuti
  • Porzioni:
    8 arancine
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

Per il riso

  • 400 g Riso (Originario adatto per crocchette.)
  • 1/2 cipolla (bianca)
  • 2 bustine Zafferano
  • q.b. Sale
  • 1 Uovo
  • 50 g Burro
  • 2-3 cucchiai Grana Padano DOP (o Pecorino)

Per il ripieno

  • 400 g carne macinata (di vitello)
  • q.b. misto odori (sedano carota cipolla)
  • 200 g Passata di pomodoro
  • 1/2 bicchiere Vino
  • 200 g Scamorza affumicata (o caciocavallo o tuma)
  • 150 g Piselli surgelati (o in scatola)
  • q.b. Olio extravergine d’oliva
  • q.b. Sale

Per l’impanatura e frittura

  • q.b. Farina 00
  • q.b. Acqua
  • q.b. Pangrattato
  • q.b. Olio di semi di arachide
  • q.b. Sale

Preparazione

  1. Arancine siciliane di riso-ricetta classica

    1) La prima cosa da fare è preparare il riso: rosolare la cipolla nell’olio in un tegame, unire il risotto e portare a cottura così, come un normale risotto unendo acqua bollente e salando. Spegnere quindi il fornello e unire l’uovo, il burro, il formaggio e lo zafferano, mescolare bene e mettere a raffreddare su un vassoio allargando il riso.

    2) Nel frattempo si prepara il ragù: fare quindi un battuto con sedano carota e cipolla, rosolare nell’olio in una casseruola e unire la carne macinata, dopo che si è colorita sfumare col vino, farlo evaporare e aggiungere la passata, salare e cuocere per almeno 40 minuti.

    3) Lessare i piselliin acqua salata e tritare a dadini il formaggio.

    4) Adesso preparare l’impanatura: in un piatto mescolare acqua e farina con 2 pizzichi di sale fino ad ottenere una pastella densa tipo colla. In un altro piatto mettiamo il pangrattato.

    5) Ora ci si bagna una mano e su quella si mette il riso tutto disteso prima, poi si chiude la mano fino a che il riso non è diventato conme un “nido” per capirsi dove metterete prima formaggio e piselli, poi il ragù, poi altro formaggio e piselli; pian piano chiudere il riso sugli ingredienti come si vede in foto e poi prendere altro riso e fare la “punta” delle arancine. Dare la forma a pera e passarle prima nella pastella (io diciamo che più che passarcele le spalmo con la pastella e infine impanare col pangrattato.

    6) Friggere le arancine siciliane in olio caldo ma non troppo, girandole, per circa 5-6 minuti, in modo che si cuociano perfettamente anche dentro. Scolarle e metterle su un vassoio con carta assorbente da cucina.

(Visited 1.988 times, 1 visits today)
Precedente Brownies cioccolato e noci Successivo Frittelle salate abruzzesi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.