Crea sito

Conghiglie di pasta con fave piselli carciofi

Conghiglie di pasta con fave piselli carciofi.Il primo piatto che in questo periodo le fave sono primaverili e anche i piselli freschi, un piatto di buon gusto.Un primo che in Sicilia e molto conosciuto,io ho aggiunto le carote, di mio,e non stanno male al sapore,ma! il vero piatto Siciliano e senza carote,ha voi la preferenza.

Conghiglie di pasta con fave piselli carciofi 

Conghiglie di pasta con fave piselli carciofi

Ingredienti

160 g r conchiglie di pasta

2 carciofi

200 gr di fave

150 gr di piselli

1 cipolla grande

3 spicchi d’aglio

olio di oliva

sale,pepe carote

ramoscello di finocchietto                                                     

 

Procedimento

Pulite i carciofi: eliminate le foglie esterne più dure e le punte

Eliminate il gambo, pelatelo e tagliatelo a tocchetti.Tagliate i cuori di carciofo a spicchi non troppo sottili ed eliminate il fieno interno.
Metteteli con i gambi in una terrina contenente acqua acidulata con succo di limone. Affettate finemente la cipolla e dividetela in 3 parti.

In un tegame scaldate un cucchiaio di olio e rosolate a fuoco basso una parte della cipolla e uno spicchio di aglio per 5 minuti.Unite i carciofi scolati, salate e fate cuocere a fuoco medio per circa 20 minuti, aggiungendo se necessario poca acqua calda.-

Cucinate nello stesso modo e separatamente le fave e i piselli.

Lessate la pasta in abbondante acqua salata. Nel frattempo riunite i carciofi, i piselli e le fave in una padella. Aggiustate di sale, eliminate gli spicchi di aglie saltate a fuoco medio per qualche minuto

Scolate la pasta di conchiglie al dente e versatele nella padella con le verdure.Aggiungete un po’ di acqua di cottura della pasta e pepate.
Mescolate per amalgamare gli ingredienti e fate saltare per un minuto.Buon appetito JULI

Ti invito a diventare fan della mia pagina facebook per essere sempre aggiornati se vi fa piacere.Juli.

storia


La fava viene avvicendata come coltura miglioratrice tra due FRUMENTI. Il terreno viene arato in estate, poi affinato e concimato: la semina si fa a righe o a buchette, in modo da avere 8-10 piante/m2. Essendo una pianta che teme il caldo, nelle zone climatiche temperate calde la semina delle fave va effettuata in autunno o all’inizio dell’inverno, con raccolti a partire da circa 180 giorni dopo. Per le zone molto fredde è meglio seminare in primavera Il FOSFATO DI AMMONIO è il principale concime chimico utilizzato per la produzione di fave.

Pubblicato da Juli

Salve,non sono cuoca ma ho aperto questo blog per passione,scusate gli errori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.