Crea sito

Spaghetti alla marinara con peperoni secchi

SPAGHETTI ALLA MARINARA CON PEPERONI SECCHI, con pesce e crostacei, sono un primo piatto della tradizione marinara pescarese.
Mio padre lo preparava sempre, esistono tante varianti, e a seconda del tipo di pesce che utilizzi il sapore cambia.
Questo è uno dei miei preferiti a base di pesce insieme ai Mezzi rigatoni gamberetti e peperone dolce. Serviti con del peperoncino fresco sono la morte loro! Oppure puoi utilizzare l’Olio al peperoncino per condirli. Sono tutte ricette che mi sono state insegnate da mio padre, da ragazzo faceva il marinaio, e quando andavano in mare, mangiavano questi piatti semplici e gustosi. Nel blog trovi tantissime di queste ricette, sono tutte merito degli insegnamenti di mio padre e di mia madre. Avere un blog al giorno d’oggi serve anche per tramandare queste tradizioni, sia locali che famigliari, altrimenti queste ricette andrebbero perse.

Spaghetti alla marinara con peperoni secchi
  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti:

  • 200 gspaghetti
  • 300 mlpassata di pomodoro
  • 150 mlacqua
  • vino bianco da cucina
  • q.b.sale
  • 1razza
  • 1Gattuccio di mare
  • 1polipo piccolo
  • 2cicale di mare
  • 4gamberi grandi con guscio
  • 3peperoni cruschi
  • 1 filoolio extravergine d’oliva

Preparazione degli spaghetti alla marinara con peperoni secchi:

Quando ero piccola a Pescara, si faceva la gara di “Mangia spaghetti” alla marinara. Si svolgeva davanti al mercato ittico, e la gara consisteva nel mangiare per prima gli spaghetti, ma con le mani dietro la schiena e direttamente dal piatto, con solo l’uso della bocca, altrimenti si veniva squalificati. Il piatto veniva servito caldissimo, con moltissimo peperoncino piccante e partecipavano spesso marinai. Non ricordo se si vincesse qualcosa, ma era qualcosa di comico, divertente e spettacolare. Si faceva durante la festa di S. Andrea, protettore dei marinari, che si festeggia alla fine di luglio, con 3 giorni di festa, bancarelle e fuochi d’artificio a mezzanotte, l’ultimo giorno di festa. Una festa molto sentita dalla marina di Pescara e da tutta la regione. La città si riempie di persone, ci sono le giostre, lo zucchero a velo, i dolci tipici, si mangiano arrosticini, tanto pesce fritto o in altri modi. Una festa per stare insieme con gli amici e parenti. Spero che la possiamo rifare presto.
  1. Pasta alla pescarese
  2. Prendi una padella alta e capiente, metti l’olio e fai scaldare. Aggiungi i peperoni secchi lavati, asciutti e senza semi. Il peperone deve diventare croccante e scuro. Mettilo nel mortaio e tritalo. Se hai difficoltà a tritarlo, lo finisci di sminuzzare con le forbici.

    Rimetti il peperone crusco rosolato nell’olio bollente, cuoci per circa 2 minuti ed aggiungi i polipi e sfuma con vino bianco e l’acqua. Fai evaporare.

    Aggiungi la passata di pomodoro, e regola di sale. Fai cuocere a recipiente coperto per circa 20 minuti.

    Quando sono cotti aggiungi la gallinella la razza, le cicale di mare ed i gamberi. Continua la cottura per circa 10 minuti a recipiente coperto, sempre a fiamma bassa.

    Nel frattempo metti a bollire l’acqua per la pasta. Cuoci gli spaghetti al dente e scolali versandoli direttamente nella padella. Aggiungi 3 cucchiai di acqua e mescola sulla fiamma, formando una cremina. Servi subito con peperoncino fresco a pezzetti o con olio di peperoncino.

  3. Il peperone crusco secco soffritto e tritato, dona questo colore scuro al sugo ed è molto piacevole. Se non ne hai puoi utilizzare la paprica dolce o piccante, ne devi mettere abbastanza per dare questo colore, almeno 1/2 cucchiaio da brodo.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da incucinadaeva

Mi chiamo Eva, sono abruzzese ed amo cucinare fin da quando ho ricordi. Autodidatta fino a quando nel 2011 ho aperto il blog, così ho iniziato a studiare. Amo tramandare le ricette delle mia regione e sperimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.