Crea sito

Gallinella di mare gratinata al forno

GALLINELLA DI MARE GRATINATA AL FORNO, ricetta facile ed economica di secondo piatto delicato a base di pesce con contorno di patate morbide.
La Gallinella di mare viene chiamata anche Mazzola o Cappone*, è un pesce dalla carne tenerissima, molto delicato, se piccola si presta a preparazioni del brodetto di pesce o acqua pazza o in umido, se grande si può preparare al forno sia con un filo d’olio che gratinato.
Un piatto povero e semplice della tradizione marinara.
Questo tipo di pesce, ha una cottura molto veloce, dai 10 ai 15 minuti, oltre si sfalda perdendo la forma. Va mangiato preferibilmente caldo con succo di limone.
Puoi presentare questo piatto per la Vigilia di Natale, un’idea sfiziosa e veloce da preparare.

*Nella mia regione prende vari nomi come Mazzolina, Mazzulino, Mazzulina, Mazzulin, testone, i nomi cambiano in base alla zona.

Gallinella di mare gratinata al forno
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 4Gallinelle di mare (Dal peso di almeno 200 gr cad)
  • 200 gpane raffermo (Il pane può variare in base alla grandezza del pesce)
  • 1uovo
  • q.b.pangrattato
  • 1 spicchioaglio
  • 1 cucchiaioParmigiano 30 mesi
  • q.b.sale
  • 1 filoolio extravergine d’oliva

Per le patate morbide

  • 250 gpatate a testa
  • 1 spicchioaglio
  • origano a piacere
  • q.b.sale
  • 1 filoolio extravergine d’oliva

Preparazione della Gallinella di mare gratinata al forno:

Qualche giorno indietro, mio fratello ha portato mia madre a fare un controllo, si sono fermati in una gastronomia locale e ha comprato un piatto simile a questo. Era piaciuto così tanto a mamma che l’ho provato. Ti consiglio di provare la stessa ricetta con la Coda di rospo, è ancora più tenero ed ha una sorta di osso al posto della spina centrale, e non ha spine, quindi molto adatto per i bambini. La Gallinella di mare ha sempre un osso centrale ma ha delle spine anche se poche, da togliere al momento di mangiarla o prima di cuocerla, quindi fai molta attenzione, soprattutto se la prepari per la prima volta. Pensa che questa volta l’ha pulito mia madre, per farmi vedere come si fa.
  1. Gallinella di mare gratinata cotta nel forno
  2. Passaggi fotografici

    Per prima cosa pulisci bene il pesce. Togli le pinne facendo attenzione a non pungerti con quella dorsale*, se hai difficoltà chiedi al pescivendolo di pulirti il pesce.

    Togli le interiora e pulisci bene la testa che taglierai e metterai da parte per la >spaghetti alla marinara o altra preparazione.

    Gira il pesce ed aprilo appiattendolo, aiutandoti con un coltello da pesce oppure uno molto affilato. Togli le spine visibili, meglio se con una pinzetta da cucina.

    Nel frattempo metti in ammollo il pane in acqua tiepida.

    Strizza bene il pane, unisci l’uovo, il parmigiano il sale e l’aglio, il prezzemolo tagliato a pezzettini piccolissimi, senza l’anima (la parte verde centrale). Mescola bene, se occorre aggiungi un poco di pangrattato per rendere il tutto un composto omogeneo non troppo molle.

    Prendi il pesce e farcisci l’interno con poco composto, appiattiscilo con le mani. Gira la gallinella, adagiala in una pirofila con un fondo di carta forno.

    Sbriciola il composto di pane sopra di essa, fino a ricoprila completamente. Continua così anche per il pesce restante.

    Irrora con un filo di olio extravergine di oliva.

    Cuoci in forno preriscaldato a 200° per circa 15 minuti.

    *Se ti pungi con la spina dorsale, puoi avere prurito o bolle alle mani. In tal caso usa l’ammoniaca e ghiaccio per togliere il prurito, se continua consulta un medico. Se vuoi evitare questo problema, soprattutto se cucini da poco e conosci poco il pesce, puoi utilizzare la coda di rospo, molto delicata e dal sapore simile alla carne.

Patate morbide:

  1. Le patate cotte in questo modo, vengono definite da ristorante, sono più morbide e non si attaccano durante la cottura. Si abbinano perfettamente a secondi di pesce.

    Per prima cosa sbuccia le patate e tagliale a cubetti.

    Metti a bollire 1 litro e mezzo d’acqua, quando bolle regola di sale ed unisci le patate nella casseruola. Fai cuocere per 5 minuti.

    Scola le patate ed adagiale su una pirofila con carta forno, insaporisci con l’origano ed unisci l’aglio a pezzetti. Irrora con un filo d’olio e cuoci per 15 minuti in forno. Puoi cuocerle contemporaneamente con il pesce, in un’altra pirofila.

    Servi tutto caldo.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da incucinadaeva

Mi chiamo Eva, sono abruzzese ed amo cucinare fin da quando ho ricordi. Autodidatta fino a quando nel 2011 ho aperto il blog, così ho iniziato a studiare. Amo tramandare le ricette delle mia regione e sperimentare. Copyright © dal 2011 "In cucina da Eva" – Tutti i diritti riservati. E’ vietato l’utilizzo, anche parziale, la manipolazione e la modifica di testi o foto. La violazione dei diritti d’autore è perseguibile e punibile a norma di legge. È possibile condividere il link o citare le mie ricette, scrivendo la fonte e link negli articoli. No copia ed incolla, nemmeno parziale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.