Nidi di spaghetti alla chitarra

I nidi di spaghetti alla chitarra sono un primo piatto molto gustoso: nidi gratinati al forno arricchiti da una panatura  a base di pangrattato e pecorino grattugiato.

Nidi di spaghetti alla chitarra

Nidi di spaghetti alla chitarra

Ingredienti

350 grammi di spaghetti alla chitarra

500 grammi di passata di pomodoro

200 grammi di scamorza

20 olive baresane snocciolate

due cucchiai di capperi

due cucchiai di pangrattato

due cucchiai di pecorino grattugiato

basilico

uno spicchio d’aglio

olio d’oliva

sale q.b.

Per questa ricetta ho usato gli spaghetti alla chitarra trafilati al bronzo, che tengono meglio la cottura, considerando che vanno prima lessati e poi ripassati in forno. Scegliete un formato abbastanza spesso.

In una casseruola, versate un filo d’olio e fate dorare lo spicchio d’aglio. Togliete lo spicchio e versate la passata di pomodoro. Lasciate cuocere per qualche minuto e poi aggiungete le olive snocciolate tagliate a rondelle e i capperi tritati. Tenete da parte qualche rondella di oliva e qualche cappero intero per decorare il piatto. Aggiustate di sale e proseguite la cottura per circa un quarto d’ora. Aggiungete dell’acqua nel caso asciugasse troppo. Aggiungete il basilico a fine cottura.

Tagliate a dadini la scamorza e mettetela da parte. Preparate la pirofila versando qualche cucchiaio di sugo sul fondo. Lessate gli spaghetti in abbondante acqua salata. Scolatela abbastanza al dente e conditela con un mestolo di sugo. Con l’aiuto di un mestolo e di un forchettone, formate i nidi di spaghetti e disponeteli nella pirofila uno accanto all’altro. Nella parte centrale di ogni nido distribuite qualche dadino di scamorza. Versate su ogni nido il sugo restante e spolverizzate con il pangrattato e il pecorino grattugiato. Versate un filo d’olio e gratinate in forno già caldo per 5 minuti. Si deve formare una leggera crosticina. Impiattate e servite decorando il piatto con le olive e i capperi tenuti da parte.

Vieni a trovarmi su facebook e diventa mio fan!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.