Sorbetto di neve al vincotto di fichi

Vi starete chiedendo cos’è il sorbetto di neve con vincotto di fichi? Più che una ricetta, è una storia, un pezzo della mia storia. E’ uno di quei momenti vissuti da bambina, quando eccezionalmente la neve ci faceva visita. Qui in Puglia non accade spesso che la neve cada copiosa, per cui quando succede è davvero una festa, soprattutto per i bambini. Quest’anno è accaduto proprio questo, è venuta giù tanta neve e mi è tornato in mente questo ricordo di bambina, quando la mia mamma e la mia nonna mi preparavano la “soubbrette“! Si, nel dialetto gravinese si chiama proprio così. E ho scoperto che è una tradizione contadina, sparsa un po’ per tutta Italia, e che in ogni posto il sorbetto si realizza con un gusto diverso: vincotto di uva, lo sciroppo di amarena, la saba,  il caffè, succo di limone, d’arancia o di mandarino. Qui da noi per tradizione lo facciamo con il vincotto di fichi, ed eccovi il gelato dei contadini! 😀 L’ingrediente principale: qualche cucchiaiata di neve immacolata che io ho raccolto nel mio terrazzo, senza affondare troppo il cucchiaio per non raccogliere impurità.

Sorbetto di neve al vincotto di fichi

Sorbetto di neve al vincotto di fichi

Ingredienti

Neve fresca

vincotto di fichi

Raccogliere in un bicchiere qualche cucchiaiata di neve fresca, prelevandola in superficie in modo da non raccogliere impurità. Versare il vincotto, mescolare il sorbetto e gustare.

 

Vieni a trovarmi su facebook e su twitter e diventa mio fan.

Precedente Farfalle fatte in casa Successivo Focaccia prediletta