Lonza di maiale al vino bianco

Ottimo semplice un secondo di carne, che non passa mai di moda, l’arrosto di maiale. Un secondi di carne che si prepara spesso alla domenica, o per i giorni di festa, uno dei grandi classici della nostra cucina; si tratta di una ricetta che non richiede una particolare lavorazione, ma sono necessari dei piccoli accorgimenti per ottenere una carne bella tenera e che non si secchi. Solitamente io lo cucino il giorno prima mi porto avanti se ho invitati per un pranzo o per una cena con amici o parenti. Unisce il gusto di noi grandi ma anche dei bambini, per la sua morbidezza.
Essendo appunto di maiale, è possibile ottenere un arrosto molto morbido e squisito, da mangiare in un sol boccone. Con questa ricetta risolverete il problema di dover cucinare tutto all’ultimo momento perchè si prepara in anticipo e si affetta prima di servire col suo sughetto caldo. La lonza di maiale si sposa con qualsiasi contorno di verdura o di patate. A mio marito piace molto se la lonza è accompagnata con le patatine fritte ma ahimè per questa volta si adeguerà con le patate novelle al forno. La lonza di maiale ha bisogno di una cottura lenta per ottenere una carne molto tenera.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Porzioni8
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per la lonza di maiale al vino bianco

  • 1 kglonza di maiale
  • carota
  • q.b.sedano
  • 1cipolla dorata
  • 1 bicchierevino bianco
  • q.b.olio di oliva
  • q.b.brodo vegetale

Preparazione della lonza di maiale al vino bianco

  1. Come prima cosa preparare un brodo vegetale con carota sedano cipolla e pizzico di sale.

  2. Massaggiare la lonza di maiale con il sale e con un pò di pepe.

  3. In una casseruola versate l’olio e fate rosolare la lonza di maiale da tutte le parti in modo da sigillare la carne

  4. Unire la cipolla, il sedano e la carota tagliata finemente e l’alloro intero. E’ arrivato il momento di sfumare con un bicchiere di vino bianco abbondante. Alziamo la fiamma e facciamo cuocere. Quando il vino sarà un po’ evaporato, possiamo abbassare la fiamma ed aggiungere pian piano il brodo vegetale al nostro arrosto, bagnandolo per bene.

  5. Chiudere con un coperchio e dovremo lasciare cuocere per almeno 2 ore, abbassare il fuoco. Durante questo tempo dobbiamo bagnare con il sughetto che si formerà in pentola, il nostro arrosto, in modo che non secchi e dovremo girarlo.

  6. Affettare l’arrosto di maiale, è importante farlo quando sarà ben freddo, in modo da non avere problemi di rottura della carne.

Consigli

La bontà di questo arrosto si assapora appena preparato. Tuttavia vi consiglio di non conservarlo per più di 1/2 in frigo, altrimenti si congela chiuso ermeticamente.

4,8 / 5
Grazie per aver votato!
Precedente Patate novelle al forno con la buccia Successivo Farfalle al sugo di tonno