Petto di pollo al curry, cremoso e tenerissimo

Petto di pollo al curry, ricetta per un pollo al curry cremoso e saporito, in modo facile e veloce! Non vi dico che bontà questi bocconcini di pollo al curry: tutta la cucina verrà inondata dal suo profumo speziato. Otterrete, in meno di 30 minuti, un pollo al curry come da ricetta originale, tipica della cucina etnica ed indiana, di una cremosità strepitosa e senza ingredienti difficili da reperire.

Ovviamente ci sono tante ricette di petto di pollo al curry e tante varianti: più sotto troverete, ad esempio, il pollo al curry con latte di cocco o con yogurt. La ricetta che vi lascio è senza panna, senza yogurt e senza latte e avrete un pollo al curry davvero straordinario! Devo dirvi che lo faccio davvero spesso e che sto amando, ogni giorno di più, le ricette con curry (ormai lo metto ovunque).

Il segreto per avere un pollo al curry cremoso e di una tenerezza incredibile è la cottura in umido, a fiamma moderata: vedrete si scioglierà in bocca. Potrete servire il pollo al curry con riso basmati, un’accoppiata perfetta, dato che il riso riuscirà a raccogliere tutta la meravigliosa salsa al curry. Insomma, provatelo che è una vera bontà ! Ecco la ricetta del Petto di pollo al curry, una ricetta semplice, ma che vale la pena di mettere in tavola. Siete pronti a gustarvi il vostro pollo al curry indiano?

Petto di pollo al curry ricetta
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaIndiana

Petto di pollo al curry: ricetta e preparazione

  • 720 gpetto di pollo
  • 100 mlbrodo vegetale (o di pollo)
  • 100 mlacqua
  • 40 gfarina
  • 40 gscalogno
  • 25 gcurry (non piccante)
  • q.b.peperoncino fresco
  • 4 cucchiaiolio extravergine d’oliva
  • 1 ciuffoprezzemolo (o coriandolo)
  • q.b.sale

Come fare il pollo al curry

  1. Pulite il petto di pollo e tagliatelo a bocconcini. Se preferite potete anche fare degli straccetti di pollo al curry oppure preparare il tacchino al curry (la ricetta non cambia).

  2. Adagiate i bocconcini di pollo in una scodella e unite la farina mescolata a 20 g di curry e ad un 1 cucchiaino raso di sale. Amalgamate bene in modo che tutto il pollo venga ben infarinato e insaporito col curry. Se preferite potete anche mettere il pollo all’interno di un sacchetto grande per il congelatore o in un sacchetto per il pane, chiudere e agitare bene. Il risultato è lo stesso.

    Non buttate via la farina e il curry rimasti, ma teneteli da parte.

  3. Scaldate in una padella ampia 4 cucchiai di olio e unite lo scalogno tritato finemente e qualche pezzetto di peperoncino (se vi piace). Lasciate rosolare brevemente e unite i bocconcini di pollo infarinato e rosolateli per ca. 5 minuti, muovendoli, per una avere una cottura uniforme. Il curry, a contatto con il calore della padella, sprigionerà ancora più profumo.

  4. Sfumate con il brodo caldo e lasciate cuocere coperto, a fiamma moderata, per 15 minuti. Mescolate il pollo ogni tanto.

  5. Riprendete la farina con il curry avanzata in precedenza e mescolatela con 100 ml di acqua e un altro cucchiaio di curry (ca. 5 grammi) e unite al petto di pollo al curry e amalgamate.

  6. Togliete il coperchio e proseguite la cottura a fiamma viva per 5-6 minuti, in modo che la salsa al curry si restringa. Il Pollo al curry deve risultare cremoso, non liquido e la salsa deve essere densa (deve assomigliare ad uno spezzatino di pollo al curry).

  7. In ultimo, unite il prezzemolo tritato, regolate di sale, e servite il vostro Pollo al curry con riso basmati: sapete che riso con pollo al curry è l’accoppiata più famosa e deliziosa che ci sia!

    Per un gusto un pochino più esotico, utilizzate del coriandolo al posto del prezzemolo.

Varianti

  1. Come vi dicevo, ci sono numerose varianti per preparare il Petto di pollo al curry! Per es. potete preparare il pollo al curry con latte di cocco, sostituendo il brodo con il latte di cocco (stessa dose).

    Ultimamente preparo spesso il Pollo al curry con yogurt, aggiungendo, dopo aver sfumato con il brodo, 120 ml di yogurt bianco naturale: avrete dei bocconcini di pollo ancora più cremosi.

  2. Per una versione più delicata e ricca, potete anche preparare il Pollo al curry con panna, sostituendo il brodo con la panna fresca liquida (non zuccherata). Il procedimento rimane lo stesso.

  3. Siete a dieta? Potete preparare anche il Pollo al curry light: in questo caso dovrete solo dimezzare la quantità di olio e di farina. Vi assicuro che verrà ottimo lo stesso! Poi si sa che il pollo a dieta è sempre presente e le spezie comunque sono importanti per il nostro benessere. Se volete aumentare la quota proteica, potete aggiungere anche qualche cucchiaiata di yogurt greco 0% di grassi, in base alle vostre necessità!

  4. Anche se il petto di pollo al curry è senz’altro più famoso, potete anche preparare il Tacchino al curry, seguendo la stessa ricetta.

Conservazione

  1. Il Petto di pollo al curry si conserva in frigorifero, in un contenitore ermetico, per 2 giorni. Quando andrete a scaldarlo, unite qualche cucchiaio di acqua (o di latte di cocco, a seconda della versione). Si può anche congelare.

Leyla consiglia…

Se non avete del brodo vegetale a disposizione, potete prepararlo anche con mezzo dado, oppure sostituire il brodo con pari dose di vino bianco.

Avete visto quante possibilità avete per preparare un ottimo Pollo al curry come l’originale? Ve l’ho detto che lo preparo spesso e ogni volta testo una versione diversa! Volete saperlo? Le amo tutte!

Da non perdere lo speciale RICETTE CON IL POLLO con tantissime idee per le vostre cene!

Da provare anche i Gamberi al curry.

Ricetta originale sul blog dal 06.06.2016 – ora in versione aggiornata

***

Torna alla HOME PAGE
Per non perdere nessuna ricetta, metti il “mi piace” QUI sulla mia pagina Facebook QUI sul mio profilo Instagram.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
Precedente Torta fredda alla frutta Successivo Piadipizza o Piadizza: la piadina pizza veloce

6 commenti su “Petto di pollo al curry, cremoso e tenerissimo

    • Dulcisss in forno il said:

      Ciao Sonia ! Ora preciso che utilizzo il curry non piccante. Mi spiace tanto. Prendo quello del supermercato e c’è solo quella tipologia. Mi spiace tanto, Leyla

  1. beatrice il said:

    Ciao,

    vorrei solo dirti che il pollo NON si lava, poichè è contaminato da salmonella e lavandolo trasferisci la salmonella su tutto il lavandino, comprese le possibili stoviglie che si possono trovare nei pressi. Se per sbaglio utilizzi un coltello contaminato per tagliare qualche verdura che viene abitualmente consumata cruda, come può essere l’insalata, il batterio non viene eliminato e lo ingerisci insieme all’insalata.

    • Dulcisss in forno il said:

      Grazie Beatrice! Non si finisce mai di imparare. Sicuramente non lo farò più. Ti ringrazio per il commento e di avermi insegnato una cosa nuova. A presto, Leyla

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.