Albicocche sciroppate – Le ricette sottovetro

Albicocche sciroppate

Albicocche sciroppate metodo che include una breve scottatura dei frutti. Naturalmente chi sceglie questo metodo dovrà accertarsi di possedere delle albicocche non troppo mature (anzi dovrebbero essere molto sode, quasi acerbe), altrimenti si consiglia il 2° metodo : albicocche sciroppate senza scottatura (articolo che uscirà a breve in questo blog). Quindi, esistono 2 metodi per fare le albicocche sciroppate, il 1° è “a freddo” versando lo sciroppo freddo sulla frutta già disposta nei barattoli ; “a caldo” scottando la frutta nello sciroppo in ebollizione e riempiendo immediatamente i barattoli. Nell’articolo di oggi vediamo il metodo a caldo (prossimamente vedremo anche il metodo a freddo).

Albicocche sciroppate

Le albicocche sono dei frutti estivi per eccellenza, il periodo di stagionalità va da giugno ad agosto. Sono molto versatili in cucina, ottime da fare caramellare  da utilizzare poi o come portata di frutta originale o da aggiungere a svariati dolci come gelato di albicocca senza gelatiera ; ghiaccioli ; semifreddo. Insomma un frutto che riesce ad integrarsi in molte preparazioni. Inoltre fa benissimo alla salute, ricco di vitamina A e C. Il Contenuto di potassio, fosforo, sodio, ferro e calcio riesce a combattere anemia e spossatezza

_______________________________________________

Difficoltà:   Preparazione:    Cottura:      Porzioni:      Costo:
Bassa         30 minuti         15 minuti      12            Basso

Albicocche sciroppate cosa occorre

Ingredienti 

  • 1 Kg albicocche
  • 250 g zucchero
  • 1 litro acqua
  • 1 spremuta di limone

Albicocche sciroppate

Guarda anche ►Ricette con Ciliegie

Albicocche sciroppate come si preparano

Preparazione

  1. Mettete una pentola capiente sul fornello contenente acqua + zucchero + limone. Lasciate bollire 10 minuti per uno sciroppo più denso altrimenti bastano anche 2 minuti, ma raccomando di non farlo consumare troppo quindi regolate il fuoco al minimo e coprite la pentola con un coperchio leggermente spostato
  2. Intanto lavate ed asciugate le albicocche, quindi eliminate i noccioli.
  3. Trasferitele nella pentola dello sciroppo in ebollizione e lasciatele cuocere da 1 a 4 minuti, in base allo stato di maturazione dei frutti (più sono maturi meno tempo devono cuocere)
  4. Al termine del tempo consigliato trasferite subito le albicocche nei barattoli sterilizzati in precedenza, copritele immediatamente con lo sciroppo di cottura (quindi bollente). Chiudete con i corrispettivi coperchi (stringeteli bene)
  5. Mettete sul fornello una pentola capiente contenente acqua tiepida e sul fondo adagiate un panno da cucina per evitare gli urti, poi immergete i barattoli che devono essere abbondantemente coperti dall’acqua.
  6.  Accendete il fornello e lasciateli bollire per 15 minuti (raccomando di fare questa sterilizzazione in breve tempo, quindi portate ad ebollizione velocemente con il fornello alto, poi abbassate un po per non rischiare di far battere i vasi di vetro ma comunque l’ebollizione non deve smettere altrimenti dovrete ricominciare a contare i 15 minuti da capo)
  7. Spegnete il fuoco. A questo punto cercate di freddare nel più breve possibile l’acqua con dentro ancora i barattoli ma senza causare shock termico, quindi non aggiungete acqua fredda se non un filo ogni tanto e non sopra ai barattoli caldi. La migliore cosa da fare è immergere la pentola di acqua bollente con all’interno i barattoli di albicocche sciroppate in acqua freddissima (nella vaschetta del lavello va benissimo) e rinnovarla spesso fino a completo raffreddamento.A questo punto togliete i barattoli dall’acqua fredda e conservateli in un luogo fresco e asciutto anche per 1 anno.

PS

Per non ritrovarsi delle albicocche sciroppate molli fare attenzione alla raccomandazione scritta nella preparazione (riga 3), cioè di cuocere le albicocche nello sciroppo da 1 a 4 minuti ma solo se le vostre albicche si presentano molto sode (non mi sento di dirvi “non mature” ma quasi). Se mangiandole vi sembreranno aspre e dure, ok è questo il metodo da scegliere per sciropparle. Se invece le vostre albicocche vi sembreranno dolci e semi-morbide saltate il passaggio numero 3 quindi imbarattolate direttamente e copritele con lo sciroppo freddo, terminate con la sterilizzazione (a breve uscirà in questo Blog l’articolo delle albicocche senza cottura). Infine vorrei darvi l’ultimo consiglio, quello di non sciroppare assolutamente le albicocche se esageratamente mature, in questo caso ritrovereste solo frutti mollicci nei barattoli.

________________________

albicocche sciroppate – se ti è piaciuta la ricetta

VOTA  ▼ con Mi Piace

________________________

Con il Video è più facile ▼

 

 

_________________________

Con le Albicocche puoi anche fare ▼
  1. Gelato di albicocche senza gelatiera
  2. Bevanda fredda di albicocche
  3. Ghiaccioli di albicocche
  4. Semifreddo di albicocche 

________________________

Per visualizzare sempre le Nuove_Ricette_DolciPocoDolci  su Facebook metti Mi Piace qui  Dolcipocodolci  😉

_______________________

 ▼ PER RICEVERE EMAIL _GRATIS DI RICETTE DOLCIPOCODOLCI CLICCA SULLA BUSTA

_______________________

Per vedere adesso altre Ricette_Dolcipocodolci qui Home

 

Commenta questo articolo

comments

Precedente Raccolta Ricette Albicocche Successivo Pasta con pesto di zucchine senza lattosio

Lascia un commento