Risotto asparagi e fragole

Risotto asparagi e fragole

Il risotto asparagi e fragole… accostamento quasi bizzarro che sorprende per la bellezza dei colori e per la delicatezza dei sapori. Il risotto asparagi e fragole è il piatto perfetto per le cene primaverili, raffinato, invitante, gustoso, profumato e cremoso! Una ricetta semplicemente strepitosa! L’idea viena dal volantino delle offerte dei supermercati bio Natura Si.

Risotto asparagi e fragole Cucina vista mare

Ingredienti

160 gr di riso vialone nano

200 gr di asparagi

50 gr di robiola

6 fragole

1 litro di brodo vegetale

1 limone

2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva

sale

Preparare il brodo vegetale seguendo le indicazioni che trovate QUI. Pulire gli asparagi (per vedere come fare QUI) e tagliarli a tocchetti. In una pentola scaldare l’olio, aggiungere il riso e farlo tostare. Unire gli asparagi, mescolare e aggiungere il brodo un po’ alla volta per portare a cottura il risotto. Tagliare a cubetti quattro fragole e aggiungerle al risotto cinque minuti prima che sia conclusa la cottura. Spegnere il fuoco, aggiungere il formaggio, regolare di sale, versare il risotto nelle fondine e decorare con la scorza di limone e una fragola tagliata a ventaglio.

Se la ricetta vi è piaciuta seguitemi sulla pagina FACEBOOK lasciando il vostro “mi piace” e per non perdere i miei post attivate le notifiche! Se preferite Cucina vista mare ha la sua pagina anche su GOOGLE+ e trovate su INSTAGRAM la galleria con le mie foto! Vi ricordo inoltre la possibilità di iscrivervi gratuitamente alla newsletter per restare aggiornati con la pubblicazione delle nuove ricette! Vi aspetto con tante idee per la vostra cucina!

Curiosità

Le fragole appartengono alla famiglia delle Rosacee ed è fra i primi frutti che la bella stagione regala alla nostra tavola. E’ gustosa, profumata, dalla consistenza morbida e il gusto dolce. Si coltiva in campo aperto o in serra ma anche in vaso sul terrazzo perché si accontenta di spazi ristretti. Quando si acquistano bisogna fare attenzione che siano sode, non ammaccate e con il picciolo ben attaccato al frutto. Si conservano in frigo ma sono facilmente deperibili perciò è bene consumarle in fretta dopo averle acquistate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.