Bagel

I bagel sono morbidi panini a forma di ciambella, una sorta di donuts salati ottimi per un pranzo veloce, per il classico brunch, l’incontro tra colazione e pranzo… è davvero un bel po’ che dico di voler organizzare un brunch… mi piace avere la casa piena di amici che chiacchierano allegri davanti al buffet. E al brunch i bagel non possono mancare! Sono deliziosi gustati semplici al naturale ma è ovvio che se li servite per il brunch o se li portate con voi per il pranzo fuori bisogna farcirli: salmone e formaggio cremoso, salumi e pomodoro, roast beef e verdure, formaggio e verdure… tutto ciò che vi va o secondo i vostri gusti. Hanno la crosta lucida e l’interno un po’ gommoso… merito della doppia cottura… venite a scoprire come si fanno!

bagel
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni6 bagel
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaAmericana

Ingredienti

Per il lievitino

  • 15 gLievito di birra fresco
  • 1/2 cucchiainoZucchero (2 grammi)
  • 125 mlAcqua a temperatura ambiente

Per l’impasto

  • 240 gFarina (Preferibilmente integrale o macinata a pietra tipo 2)
  • 1/2 cucchiainoSale (2 grammi)
  • 2 cucchiaiZucchero (30 grammi)
  • 2 cucchiaiOlio extravergine d’oliva delicato (O 30 grammi di burro a temperatura ambiente)

Per cuocere

  • q.b.Acqua (Per bollire i bagel)
  • 1 cucchiainoBicarbonato

Strumenti

  • Stampo conico per bagel (facoltativo)

Preparazione

  1. Preparare il lievitino: in una ciotola sciogliere il lievito con l’acqua, aggiungere lo zucchero, mescolare e tenere da parte.

    Preparare tutti gli ingredienti necessari per l’impasto: inserire nella ciotola dell’impastatrice la farina, il sale e lo zucchero. Poi unire il lievitino e infine l’olio o il burro. Impastare mescolando fino ad ottenere una consistenza omogenea. Formare un panetto rotondo e farlo lievitare per 40 minuti coperto in luogo tiepido.

  1. Bagel

    Trascorso il tempo di riposo dividere il panetto in sei parti da circa 70 grammi ciascuna. Formare delle palline e inserirle sugli appositi stampini per bagel (nelle note troverete le indicazioni per preparare i bagel senza stampo) e lasciar riposare le ciambelline ottenute per 20 minuti.

  1. Preriscaldare il forno a 200 °C. In una pentola aggiungere l’acqua (come per bollire la pasta) e unire il bicarbonato. Quando l’acqua bolle, immergere gli stampi delicatamente per dieci secondi poi trasferirli con lo stampo sulla placca del forno e cuocerli in forno per 15 minuti.

    Tagliare i bagel orizzontalmente, farcirlo a piacere e gustarli caldi.

Note

Se non avete lo stampo: dividere l’impasto in sei parti da 70 grammi l’una. Coprirle e lasciarle riposare per dieci minuti. Infilare le dita al centro di ogni pallina e allargarle verso l’esterno per ottenere delle ciambelle. Posizionare ciascuna ciambella su un quadrato di carta forno poco più grande della ciambella stessa e lasciarle lievitare fino al raddoppio (circa trenta minuti ma dipende dal calore dell’ambiente). Portare a bollore l’acqua con il bicarbonato e tuffare all’interno le ciambelline con la carta forno che si staccherà e potrete toglierla utilizzando una pinza. Lasciar cuocere le ciambelline per dieci/quindici secondi poi utilizzando un mestolo forato (la schiumarola) scolarli e posizionarli sulla leccarda rivestita con carta forno. Procedere per la cottura in forno come da ricetta.

Per preparare i bagel ho utilizzato la ricetta del produttore dello stampo.

Potrebbe piacervi

Bretzel buns

Curiosità

Sono tante le storie che girano sulle origini dei bagel che pare siano un pane ebraico: molto popolari in America si racconta che i bagel abbiano in realtà origini europee e che siano stati preparati da un polacco di Cracovia in onore di una guerra vinta o da un panettiere ebreo di Vienna dedicati al re di Polonia che impedì ai turchi di invadere Vienna. I bagel furono creati a forma di staffa (beugel o bugel in tedesco) proprio perché questo re era un cavaliere vittorioso o forse perché era amante dei cavalli. Quando gli ebrei emigrarono in America portarono con sé la ricetta e col tempo si sviluppò una vera e propria industria di produzione dei bagel.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.