Congelare la besciamella

Congelare la besciamella torna molto utile in tante occasioni. Innanzitutto eviterete sprechi quando ne preparate troppa e poi potrete averla sempre pronta all’uso quando non avete voglia o tempo di prepararla. Quando serve infatti sarà sufficiente farla scongelare per qualche ora e utilizzarla come fate di solito per preparare timballi di pasta al forno, per farcire scaloppine o crepes insomma come la classica besciamella fresca.

Vediamo nel dettaglio come congelare la besciamella nel modo corretto.

Congelare la besciamella
  • Difficoltà:
    Molto Bassa

Preparazione

  1. Come dicevamo congelare la besciamella è possibile ma bisogna stare attenti ad alcuni dettagli.

    Innanzitutto parliamo di besciamella fatta in casa con ingredienti freschi, per cui non è possibile congelare la besciamella se l’avete preparata con latte congelato.

    Inoltre non consiglio di congelare la besciamella industriale confezionata, quella cioè acquistata al supermercato, per diversi ragioni, come la presenza di additivi e conservanti che possono far deteriorare la besciamella congelata.

  2. Fatte queste dovute precisazioni potete congelare la besciamella riponendola in contenitori ermetici adatti alla congelazione, potete anche usare i classici sacchetti ben sigillati. Annotate la data di congelamento e ricordate che la besciamella si conserva in freezer per circa 2 mesi.

  3. Quando dovrete usarla sarà sufficiente estrarla dal freezer con qualche ora di anticipo e farla scongelare in frigorifero. Probabilmente presenterà una consistenza più liquida, in questo caso potrete scaldarla in un pentolino.

    Infine potrete usarla nelle vostre preparazioni come siete soliti fare.

    Mi trovate anche su Facebook.

Precedente Riccio di pandoro con mascarpone e nutella Successivo Trofie con broccoli e salsiccia

Lascia un commento