Ricetta Piadina senza strutto

Non sono romagnola ma adoro la piadina e la mangio molto spesso. Da queste parti non è facile trovare lo strutto, ecco perché vi presento la ricetta della piadina senza strutto! Quando ero piccola, mia mamma un paio di volte l’anno la preparava in casa, invitando tutti i cugini. Erano momenti molto felici, oltre che molto golosi. Come ripeto spesso, le ricette tradizionali, molto spesso non hanno delle indicazioni precise, sono preparate essenzialmente “ad occhio” da mani esperte. Infatti, mia mamma imparò a fare le piadine grazie alla vecchia vicina di casa di mia nonna, che arrivava dalla riviera romagnola ma praticamente si conoscevano solo gli ingredienti e non il quantitativo. Prova e riprova… ora ho una ricetta infallibile e molto precisa. Ed è talmente buona che la faccio quasi ogni settimana. Provare per credere! A voi la ricetta della piadina senza strutto!

Se vi siete persi le ultima ricette pubblicate, ve le lascio qui sotto!

  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni8 piadine da 100g
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

500 g farina (quella che volete)
5 g bicarbonato
10 g sale
85 g olio di semi (va bene anche quello d’oliva ma il sapore è molto più forte)
200 g acqua

Strumenti

Se avete un Testo per la cottura, meglio. Altrimenti andrà bene anche una comune padella antiaderente. E poi vi serviranno una ciotola, una forchetta e un matterello.

Passaggi

In una ciotola mettiamo la farina, il bicarbonato e il sale e misceliamo velocemente.

A questo punto aggiungiamo olio e acqua ed iniziamo ad impastare.

Facciamo una pallina, copriamo con della pellicola o un canovaccio umido e lasciamo riposare circa 30 minuti, se lasciate riposare di più non succede nulla. Va bene anche qualche minuto in meno, sarà semplicemente più difficile stendere le piadine ma nulla di irrimediabile.

Passato il tempo di riposo, dividiamo l’impasto. Personalmente preferisco essere precisa e fare 8 palline da 100g con la bilancia. Se le volete un po’ più spesse o più grandi fate meno palline.

Ora arriva la parte più difficile ma se seguite queste indicazioni non avrete problemi: è giunto il momento di stendere l’impasto! E’ fondamentale infarinare bene il pino di lavoro, se ce l’avete in legno vi servirà meno farina. Ed è ancora più fondamentale partire da una pallina di pasta, regolare. A questo punto iniziamo a schiacciare la pallina con le mani e successivamente utilizziamo il matterello. Il matterello andrà dal centro verso l’esterno. immaginatevi che la pasta sia un ottagono od un esagono e stendete tutti i lati. Vedrete che vi verrà perfetta.

A questo punto scaldiamo bene il Testo o la padella, senza ungere. E cuociamo per un paio di minuti da entrambi i lati sbucherellando con la forchetta.

Et voilà! Conditela come meglio vi piace e buon appetito!

Solitamente cucino la piadina solo da un lato poi farcisco, piego a metà e cucino anche l’altro lato insieme al ripieno. Devo dire che in questo modo mi trovo molto bene e la piadina rimane morbida senza seccarsi o cucinarsi troppo.

Per la conservazione potete metterle in frigo coperte da pellicola, si mantengono un paio di giorni. Altrimenti si possono anche congelare i tirare fuori da congelatore quando ci servono. Si conservano benissimo!

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.