Tagliatelle al farro

Tagliatelle al farro il classico formato di pasta lungo, preparato con una farina ricavata da un grano antico, il farro, che, a causa della sua resa bassissima, costa parecchio, ma al contempo ha numerose proprietà e benefici.
Le tagliatelle preparate con farina di farro hanno una corposità unica che si sposa alla perfezione con diversi tipi di sughi. Inoltre, sono perfette per chi non ama le farine troppo raffinate, bensì quelle dal sapore più rustico e antico.
La farina di farro è poco utilizzata, forse per il suo costo elevato, però vi assicuro che preparare le tagliatelle al farro in casa è davvero soddisfacente. Una pasta consistente e deliziosa, perfetta per tutta la famiglia. Se volete provare a impastare con altri tipi di farina vi consiglio di usare la farina integrale come per le trenette avvantaggiate.
Se volete mettere le mani in pasta, correte a leggere la ricetta, e se avete bisogno di aiuto o consigli su come impastare a mano, vi aspetto sul mio gruppo facebook “Facciamo la pasta con Nenè”.

Tagliatelle al farro
  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni2
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 200 gfarina di farro
  • 1uovo
  • 1tuorlo

Preparazione

  1. Per preparare le tagliatelle al farro dovete per prima cosa versare la farina di farro a fontana sulla spianatoia.

    Al centro della fontana, create un buco con le mani dentro al quale andrete a versare l’uovo ed il tuorlo.

  2. Con una forchetta cominciate a sbattere il composto, e poco alla volta raccogliete la farina intorno.

    Quando il composto comincia a farsi più sodo, impastate energicamente a mano fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo.

  3. Coprite l’impasto con la pellicola e lasciatelo riposare per almeno 30 minuti a temperatura ambiente.

    Stendete l’impasto con la nonna papera o con il mattarello fino a raggiungere uno spessore di poco meno di un millimetro.

  4. Tagliate ora le tagliatelle. Se avete steso l’impasto con il mattarello, arrotolate l’impasto su se stesso e tagliate le tagliatelle al farro con un coltello, altrimenti tagliatele con lo stampo apposito per la nonna papera.

  5. Raccogliete le tagliatelle su un vassoio o su uno stendino in legno per pasta e lasciatele in un luogo fresco ed asciutto fino al momento di cuocerle.

    Tuffatele in acqua bollente salata e cuocetele per circa 4/5 minuti, quindi scolatele e tuffatele nel loro condimento.

  6. CONSERVAZIONE: Conservate le tagliatelle in un luogo fresco ed asciutto fino ad un massimo di 4 giorni.

    Potete farle seccare a temperatura ambiente per una settimana, e solo quando sarete sicuri che siano totalmente asciugate, potrete conservarle fino a 2 mesi in un contenitore di vetro o di carta.

    Per una maggiore sicurezza a livello batteriologico, vi consiglio però di congelarle.

  7. CONSIGLI: Con lo stesso impasto potete preparare altri diversi formati come tagliolini, lasagne, farfalle..

    Potete sostituire 100 gr di farina di farro con farina di semola rimacinato per un sapore ancora più rustico.

    Se non potete mangiare l’uovo per intolleranze potete provare le tagliatelle al farro senza uova impastando 200 gr di farina di farro con 80/90 ml di acqua.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.