Crea sito

Ravioli agli asparagi

Ravioli agli asparagi il tipo di pasta fresca ripiena perfetta da servire in Primavera, quando gli asparagi fanno capolino tra le pinete o nei boschi.
Sapete che oltre alle coltivazioni intensive di asparagi, quelli grossi e carnosi, esistono anche gli asparagi selvatici? Molto più lunghi e sottili e anche molto più teneri, se presi subito appena cresciuti, poi col tempo diventano pure loro legnosi e fibrosi. Quindi sono buonissimi sia i ravioli con asparagi comprati che i ravioli con asparagi selvatici.
Per preparare questi ravioli possiamo utilizzare la parte più legnosa del gambo, e tenere le punte e le metà più vicine all’apice per i secondi piatti più delicati e più scenografici.
Se anche voi, come me, amate gli asparagi, non potete perdervi questa buonissima ricetta dei ravioli agli asparagi fatti in casa, con qualche trucco e suggerimento, e qualche accostamento inedito di impasti base per la sfoglia!

Ravioli agli asparagi fatti in casa
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione50 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per la sfoglia

  • 300 gfarina 00
  • 3uova

Per il ripieno

  • 150 gasparagi
  • 200 gricotta
  • 50 gparmigiano Reggiano DOP (grattugiato)
  • 1 pizzicosale
  • 1 pizziconoce moscata

Preparazione

  1. Per preparare i ravioli agli asparagi cominciate preparando la sfoglia.

    Su una spianatoia, o se preferite, in un frullatore o planetaria, versate la farina a fontana e create un buco al centro.

    In mezzo versate le uova e sbattetele velocemente con la forchetta.

    Poco alla volta cominciate ad inglobare la farina, e, mano a mano che l’impasto comincia a farsi più sodo, impastate con le mani.

  2. Impastate energicamente fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo.

    Fasciatelo nella pellicola alimentare e fatelo riposare per almeno mezz’ora, ovvero il tempo necessario a preparare il vostro ripieno agli asparagi.

  3. Pulite gli asparagi eliminando eventuale terra e la parte finale, solitamente la più biancastra.

    Tagliate a metà gli asparagi, tenendo da parte metà gambo con la punta, che potrà esservi utile per creare altri piatti o semplicemente come accompagnamento per i vostri ravioli.

    Sbollentate in abbondante acqua i restanti gambi degli asparagi per almeno 20/25 minuti, fintanto che non risulteranno morbidi.

  4. Scolate gli asparagi, lasciateli intiepidire, quindi sminuzzateli grossolanamente al coltello, e poi raccoglieteli in un boccale.

    Frullate gli asparagi con un frullatore ad immersione o minipimer fino ad ottenere una purea liscia.

    versate il composto in una ciotola, eliminate eventuali residui di fibre che non si sono ridotti in purea, e unite la ricotta ben sgocciolata, il parmigiano grattugiato, la noce moscata ed il sale.

    Mia nonna a volte fa un piccolo soffritto con poca cipolla, io non lo amo molto perché addolcisce troppo il ripieno, ma va molto a gusti.

  5. Stendete ora la sfoglia.

    Potete usare il mattarello o la nonna papera in base alle vostre capacità.

    Con la nonna papera io ho steso la sfoglia fino al penultimo scatto, e l’ho ripassata una seconda volta. Non vi consiglio di passare i ravioli all’ultimo scatto poiché la sfoglia troppo sottile rischierebbe di inumidirsi troppo e poi attaccarsi al vassoio dove andremmo a riporre i nostri ravioli nell’attesa di essere cucinati.

  6. Quando avrete ottenuto la sfoglia ben sottile, potete decidere se usare una raviolatrice, oppure disporre i mucchietti di ripieno sulla prima sfoglia, poi chiudere con la seconda sfoglia e tagliare con la rotella dentellata.

    Procedete allo stesso modo fino a terminare gli ingredienti.

    Potrebbe avanzarvi poco impasto all’uovo, non buttatelo via, bensì usatelo per creare dei gustosi quadretti all’uovo per il brodo.

  7. Raccogliete tutti i vostri ravioli agli asparagi su uno o più vassoi, e riponeteli in un luogo fresco ed asciutto fino al momento di cuocerli.

    Tuffateli in abbondante acqua bollente salta, e cuocete per 6 minuti circa.

    Condite i vostri ravioli come più preferite, anche se, a parer mio, per apprezzare un così gustoso ripieno, basta una noce di burro e una foglia di salvia.

  8. CONSERVAZIONE:

    Conservate i ravioli in un luogo fresco ed asciutto per un giorno al massimo.

    Volendo, potete congelare i vostri ravioli, dapprima disposti ben larghi su un vassoio, e, una volta congelati, raccolti in un sacchetto per alimenti.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.