Olandesine

Olandesine, le classiche brioches di pasta sfogliata della tradizione ligure. Potete trovarle in quasi tutti i bar a Genova, il loro profumo è inconfondibile, un misto tra burro e crema pasticcera che inebria le vie del centro storico.. Le olandesine richiamano un sacco la mia infanzia, infatti quando andavo a scuola, mi capitava più spesso di fare colazione al bar con le amiche, e le mitiche olandesine erano assolutamente immancabili! Credo che debbano il loro nome alla loro forma, che richiama indubbiamente le trecce, e di conseguenza le acconciature tipiche delle donne olandesi.
La preparazione, più che complicata, richiede parecchio tempo. Però non demordete, se le avete assaggiate e volete riproporle, con questa ricetta vi sembrerà subito di essere nei mitici caruggi!

Olandesine
  • DifficoltàMolto difficile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione50 Minuti
  • Tempo di riposo10 Ore
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni9 pezzi
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per il lievitino

  • 25 gFarina
  • 25 gAcqua
  • 3 gLievito di birra secco
  • 1 cucchiainoZucchero

Per l’impasto

  • 300 gFarina (manitoba o W350)
  • 60 gZucchero
  • 100 mlPanna fresca liquida
  • 2Uova (piccole)
  • 1 pizzicoSale
  • 20 gBurro
  • q.b.Scorza di limone

Per la sfogliatura

  • 130 gBurro

Per guarnire e decorare

Preparazione

  1. Per preparare le olandesine dovete per prima cosa preparare il lievitino, che dovrà riposare almeno un’ora e mezza prima di essere impiegato per la preparazione dell’impasto.

  2. lievitino x olandesine

    In una ciotola versate la farina assieme al lievito di birra secco, allo zucchero e all’acqua tiepida.

    Mescolate tutto con un cucchiaio fino ad ottenere un composto liscio e privo di grumi. Coprite con un canovaccio e ponete a riposare in un luogo al caldo.

  3. Trascorso il tempo di riposo, prendete il lievitino e procedete alla preparazione dell’impasto per le olandesine.

    In una planetaria, munita di gancio, versate la farina, lo zucchero, il lievitino, le due uova, e la panna.

    Cominciate ad impastare energeticamente, quando l’impasto comincerà a legare, unite il pizzico di sale e il burro in fiocchi.

    Impastate molto energicamente fino a che l’impasto non si sarà ben incordato. (Si staccherà dalle pareti e resterà attaccato al gancio)

  4. A questo punto, trasferite l’impasto in una teglia delle dimensioni circa di 30×20 cm, stendetelo con le mani, copritelo con un foglio di pellicola per alimenti e riponete in frigo a riposare per circa 8 ore.

    Potete impastare alla sera, in modo da lasciare l’impasto in frigo per tutta la notte.

  5. burro sfogliatura olandesine

    Trascorso il tempo di riposo, prendete dal frigo l’impasto e lasciatelo momentaneamente da parte. Nel frattempo occupatevi del burro per la sfogliatura: ponete il panetto tra due fogli di carta forno e stendetelo molto sottilmente con un mattarello. Dovete cercare di mantenere la forma rettangolare, di circa 15×10 cm. Deve stare al centro dell’impasto base.

  6. prima sfogliatura olandesine

    Spostate l’impasto dalla teglia su una spianatoia, spolverizzando con un po’ di farina se necessario, quindi stendetelo leggermente con il mattarello per ottenere una superficie piana. Al centro ponete il burro che avete steso, e praticate le prime pieghe.

    Piegate prima un lato fino a metà, dopodichè l’altro lato e richiudete i bordi. Stendete delicatamente con il mattarello fino a chiudere i bordi.

  7. Riponete l’impasto in frigo a riposare per una trentina di minuti prima di praticare la seconda parte di sfogliatura.

  8. Trascorsa mezz’ora, riprendete l’impasto e piegatelo nuovamente in questo modo: piegate un bordo per un quarto, e il bordo opposto fino al precedente ripiegato. Poi ripiegate l’impasto su se stesso e stendete con il mattarello.

  9. Riponete nuovamente in frigo a riposare per mezz’ora prima di procedere alla preparazione delle olandesine.

    Prendete l’impasto e stendetelo con il mattarello fino ad ottenere uno spessore di poco meno di un centrimetro.

    Con un coltello dalla lama affilata, tagliate 9 strisce nel senso della lunghezza. Arrotolate ciascuna striscia su se stessa e dopodiché create una sorta di cuore, come in foto.

  10. Procedete allo stesso modo per tutte le restanti strisce, quindi raccogliete tutte le olandesine su una leccarda antiaderente o coperta con carta forno. Ponete la teglia in un luogo al caldo a lievitare per circa un’ora.

  11. Quando avranno duplicato il loro volume, preparate la crema pasticcera (potete seguire la mia ricetta cliccando QUI), una volta che la crema pasticcera sarà ben fredda, farcite i vuoti che avrete lasciato formando le olandesine, spennellate i bordi con l’uovo sbattuto assieme al latte, cospargete con granella di zucchero ed infornate in forno ventilato a 170 gradi per circa 20 minuti.

  12. Quando le olandesine saranno ben dorate in superficie, sfornatele e lasciatele raffreddare prima di gustarle.

CONSERVAZIONE

  1. Conservate le olandesine sotto una campana di vetro per un massimo di 3 giorni.

    Potete surgelarle previa cottura, per cuocerle quando preferite. Unico consiglio, farcitele con la crema e spennellate di uovo solo prima di infornarle.

4,8 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.