Crea sito

Raviolini furbi agli asparagi

E’ da tanto tempo che vorreste cimentarvi nella preparazione dei ravioli di pasta fresca, ma temete che sia un po’ complicato? Di base, come quasi tutte le cose nella vita, fare la pasta fresca ripiena non è difficile, ci vuole solo un po’ di manualità, che si acquisisce nel tempo.
Fare questi RAVIOLINI FURBI AGLI ASPARAGI, invece, una volta preparata la sfoglia, non richiederà nessuna abilità specifica da parte vostra, perchè la particolarità e il bello della ‘spoja lorda’ (cioè sfoglia sporca, tipica preparazione romagnola) è proprio la sua irregolarità. E vi dirò di più, se in cottura uscirà anche un pochino di ripieno, donerà cremosità aggiuntiva al condimento che andrete a scegliere.
Io oggi vi propongo questi deliziosi raviolini accompagnati da un semplicissimo sughetto di asparagi perchè sono di stagione e ci stanno divinamente, ma potete abbinarli praticamente con tutto, anche con un bel brodo caldo magari in inverno ;).
Sono certa che se mi seguirete passo passo, anche se dovesse essere la prima volta che preparate la sfoglia fresca, questi raviolini furbi vi daranno grandi soddisfazioni.
Cominciamo insieme?

Raviolini furbi agli asparagi
  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione35 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni2-3 persone
  • Metodo di cotturaFornello

Ingredienti per i raviolini furbi agli asparagi

Per la sfoglia

  • 2uova (io uso quelle pasta gialla)
  • 200 gfarina 00

Per il ripieno

  • 200 gricotta vaccina
  • 50 gparmigiano grattugiato
  • scorza grattugiata di 1 limone bio
  • q.b.sale
  • q.b.pepe

Per il condimento dei raviolini furbi

  • 25 gburro
  • 250 gasparagi (freschi o surgelati)
  • q.b.sale
  • q.b.parmigiano grattugiato

Strumenti per realizzare i raviolini furbi agli asparagi

Preparazione dei raviolini furbi agli asparagi

  1. Raviolini furbi agli asparagi

    1. Come prima cosa preparate la sfoglia: in una ciotola versate tutta la farina e al centro formate una concavità (la cosiddetta fontanella)

  2. 2. Rompete le uova all’interno della fontanella, e con la forchetta iniziate a sbatterle delicatamente; in questo modo, man mano, raccoglierete un po’ di farina ad ogni movimento con la forchetta.

    Procedete fino al momento in cui l’impasto diventerà più compatto e quindi inizierete a far fatica a procedere con la forchetta.

  3. Raviolini furbi agli asparagi

    3. Iniziate ad impastare con le mani su una spianatoia leggermente infarinata, facendo movimenti decisi con il palmo della mano.

    Man mano che avete incorporato un po’ di farina, aggiungetene dell’altra, procedendo fino a quando, inserendo le dita nell’impasto, non lo sentirete più appiccicoso.

    Formate un panetto che dovrà essere bello liscio (lavorate l’impasto per circa 10 minuti), avvolgetelo con pellicola alimentare e lasciatelo riposare per 30-40 min a temperatura ambiente.

    N.B. La quantità di farina che ho indicato negli ingredienti è quella che si usa solitamente in proporzione alle uova; ma questa quantità è solo un’indicazione, perchè cambia ogni volta in base alla farina e alle uova che utilizzate.

  4. 4. Mentre l’impasto riposa, preparate il ripieno: in un mixer mettete la ricotta, la scorza di limone, il parmigiano, un pizzico di sale e un pizzico di pepe (facoltativo).

    Azionate il mixer fino a ottenere una crema.

    La crema così ottenuta dovrà essere stesa facilmente sulla sfoglia, perciò se la vedete un po’ troppo densa (dipenderà molto dalla qualità della vostra ricotta) aggiungete 1-2 cucchiai di panna al composto.

  5. Raviolini furbi agli asparagi

    5. Passato il tempo necessario, riprendete il panetto di sfoglia, infarinate leggermente la spianatoia e schiacciate uniformemente un po’ con le mani.

  6. 6. Lavorate la sfoglia col matterello, partendo sempre dal centro e facendo ogni volta una leggera pressione. Sui bordi ricordatevi di fare meno pressione rispetto al centro altrimenti si schiacceranno troppo.

    Fermatevi quando avrete ottenuto lo spessore che vi ho fotografato da vicino: circa mezzo millimetro.

  7. 7. A questo punto, su una metà della sfoglia distribuite uno strato sottile di ripieno, mentre l’altra metà spennellatela con un uovo sbattuto.

    Dopodichè, prendete la parte di sfoglia senza ripieno e chiudetela sopra l’altra metà. Non vi preoccupate se non combaceranno perfettamente, come vi dicevo questa ricetta prevede proprio un’irregolarità, sarà il suo bello.

  8. 8. Passate poi, facendo una leggerissima pressione, il matterello sopra tutta la ‘mezzaluna’ di sfoglia, in modo da uniformare anche il ripieno all’interno; molto probabilmente ne uscirà un pochino, che puntualmente raccolgo con un cucchiaino e mangio all’istante 😉

    Prendete ora la rotella tagliapasta (link QUI se avete bisogno di acquistarla su Amazon) e tagliate verticalmente e orizzontalmente fino a formare i raviolini (la grandezza potete sceglierla voi).

  9. Raviolini furbi agli asparagi

    9. Staccateli tra loro delicatamente e poneteli su un vassoio leggermente infarinato e mettete a bollire abbondante acqua salata.

  10. Raviolini furbi agli asparagi

    10. Mentre attendete che l’acqua prenda bollore, in una padella sciogliete il burro e mettete gli asparagi tagliati a pezzetti, e cuocete circa 7-10 minuti a seconda del vostro gusto personale; aggiustate di sale.

    Quando l’acqua bolle, buttate i raviolini, che da quando verranno a galla ci metteranno circa 3 minuti a cuocere, ma assaggiate mi raccomando!

    Con una schiumarola scolateli e versateli nella padella con gli asparagi, amalgamate bene e, per finire aggiungete abbondante parmigiano grattugiato.

  11. Raviolini furbi agli asparagi

    11. Et voilà, servite subito i vostri raviolini furbi agli asparagi, e fatemi sapere se anche a voi hanno dato tanta soddisfazione come a me 🙂

Consigli e varianti

– Come vi anticipavo nell’introduzione alla ricetta, questi raviolini si adattano a qualsiasi condimento; io vi suggerisco di provarli con un semplicissimo sugo di pomodoro, in brodo nella stagione fredda, e anche con un delicato sugo di pesce.

– Se volete, potete anche prepararli in anticipo e riporre fino a un giorno prima il vassoio in frigorifero.

Se vi è piaciuta questa ricetta, potrebbe anche interessarvi il mio RISOTTO CON ASPARAGI PROSCIUTTO CRUDO E CREMA DI PARMIGIANO e la TORTA SALATA CON ASPARAGI PROSCIUTTO COTTO E STRACCHINO.

In questa ricetta è presente un link di affiliazione, che non comporta nessun costo aggiuntivo per voi lettori nel caso foste interessati al prodotto a cui si rimanda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.