Crea sito

ERBAZZONE con pasta sfoglia

ERBAZZONE con pasta sfoglia

ERBAZZONE con pasta sfoglia

L’erbazzone è una torta salata tipica di Reggio Emilia a base di bietole e pezzetti di pancetta ed è conosciuto anche come Scarpazzone.

Un tempo veniva fatto con le erbe selvatiche e insaporito con del lardo: ora la caratteristica dell’erbazzone è un impasto fatto con biete, uova e Parmigiano Reggiano, racchiuso da due dischi di pasta fatta a mano.

In origine per la preparazione della pasta veniva usato lo strutto, che rendeva l’impasto più morbido, ora si usa anche il burro o a volte l’olio extravergine di oliva.

Negli anni la ricetta si è “evoluta” e sono state proposte varianti con la pasta sfoglia oppure aggiungendo la ricotta nel ripieno dell’erbazzone anche se non va confuso con la Torta di bietole genovese – Turta de gee dove si usa la prescinsêua, la cagliata tipica locale.

Ma tornando all’Erbazzone, alle ricette della tradizione mi avvicino sempre in punta di piedi sia perché ne ho un profondo rispetto sia perché ce ne sono sempre migliaia di varianti, a seconda di chi le prepara: praticamente ogni famiglia ha la sua versione.

Sta di fatto che era da un po’ che avevo voglia di preparare l’erbazzone e quindi mi sono affidata ad una cara amica reggiana.

La ricetta è molto semplice: una sorta di torta salata fatta sostanzialmente di bietole condite con parmigiano e pancetta racchiuse in uno strato sottilissimo di impasto, però come tutti vivo di fretta e non sempre ho voglia di impastare.

Così anche se la tradizione vorrebbe un impasto preparato con strutto o burro io ho preferito la pasta sfoglia pronta già stesa, più veloce e senza tempi di attesa … non me ne voglia la mia amica e il popolo di Reggio Emilia ma di necessità virtù.

Il risultato è una sfiziosa torta salata di sicuro effetto, perfetta come piatto unico o antipasto da portare in tavola per far felice tutta la famiglia, ottima anche per un buffet tra amici.

L’idea adatta anche a chi non è particolarmente abile in cucina, un must ricco e sfizioso che conquisterà i vostri ospiti fin dal primo morso.

ERBAZZONE con pasta sfoglia

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzionitortiera diametro 24
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 2 rotolipasta sfoglia (tonda)

per il ripieno

  • 1 kgbietole (fresche)
  • 1cipollotto fresco
  • 100 gpancetta affumicata
  • 200 gparmigiano Reggiano DOP (grattugiato)
  • 10 gsale
  • 20 mlolio extravergine d’oliva
  • 100 gricotta (facoltativo)
  • 1 spicchioaglio
  • q.b.pepe nero (macinato)

Preparazione

PREPARAZIONE INGREDIENTI

  1. Lavate le bietole in acqua fresca corrente, asciugatele, ed eliminate il gambo.

    Pulite i cipollotti e tagliateli a rondelle sottili.

    Tagliate la pancetta a dadini grossolani.

STEP 1

  1. Fate rosolare l’aglio con l’olio in una padella anti aderente, quando sarà dorato, aggiungete il cipollotto e la pancetta e fate rosolare per 10 minuti.

    Aggiungete le bietole, fate cuocere con il coperchio per altri 8/10 minuti e regolate di sale e pepe.

    Eliminate l’acqua in eccesso, togliete lo spicchio poi trasferite le bietole in una ciotola per farle raffreddare.

STEP 2

  1. Quando il ripieno si sarà raffreddato aggiungete il formaggio grattugiato (150 g) e mescolate per amalgamare tutti gli ingredienti.

    Stendete una base di pasta sfoglia all’interno di una teglia coperta con carta da forno.

    Versate il ripieno nella teglia, livellate la superficie, cospargete con il formaggio grattugiato restante e la ricotta richiudete l’erbazzone con l’altra base di pasta sfoglia.

STEP 3

  1. Rifinite i bordi, poi bucherellate la superficie con i rebbi di una forchetta.

    Fate cuocere a 200 gradi in forno statico preriscaldato per circa 30 minuti.  Sarà cotta quando la superficie risulterà leggermente dorata e la pasta sfoglia si sarà gonfiata.

    Una volta pronto, sfornate e servite tiepido o a temperatura ambiente.

CONSIGLI E VARIANTI

Preparato con la Pasta Sfoglia pronta già stesa, è veramente più veloce da realizzare anche se hai poco tempo.

Se vuoi invece cimentarti nella preparazione di un Erbazzone con pasta fatta in casa, ti lascio la ricetta che ti impegnerà un po’ di più, ma non sarà comunque difficile farlo.

Per la pasta matta ingredienti: farina Manitoba 160 g, acqua tiepida 80 ml, olio extravergine d’oliva 2 cucchiai, sale 1 pizzico.

Mettete la farina su una spianatoia, aggiungete un cucchiaio di olio extra vergine di oliva e un pizzico di sale. Versate poco per volta l’acqua e cominciate ad impastare: lavorate fino ad otterrete un impasto elastico ed omogeneo. Formate una palla, rifasciate con pellicola trasparente per alimenti e riponete a riposare per circa 30 minuti.

Anche se la ricetta originale dell’erbazzone prevede di usare le bietole spesso questa torta è preparata con gli spinaci, o ancora la borragine, quest’ultima sempre pianta selvatica ma originaria della Liguria. In realtà si può usare anche un mix di queste erbe, il sapore della torta rustica sarà più ricco.

Anche per il formaggio, la tradizione vuole che sia il Parmigiano, prodotto tipico delle zone comprese tra le province di Parma e Reggio, ma esistono versioni di erbazzone fatte con il Grana Padano o con altri formaggi stagionati, più o meno saporiti. La ricotta, invece, è un’opzione recente, che però altera un poco il sapore e la consistenza di questa torta salata, rendendola più simile alla torta pasqualina.

CONSERVAZIONE

L’erbazzone si conserva perfettamente in frigorifero anche per un paio di giorni, ben coperto o in un contenitore ermetico. Puoi congelarlo sia da cotto che da crudo.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.