Trancio di tonno al forno

Trancio di tonno al forno, in questo caso surgelato, a parte il fatto che il pesce ( e a questo proposito non mi stancherò mai di ripeterlo ) andrebbe consumato spesso, in questo periodo estivo soprattutto per chi non è andato in ferie, cucinarlo dà un po’ l’idea di essere al mare.

Non mettetevi a ridere, ma a volte mi dà un poco questa impressione.

E oggi ce lo prepariamo al forno, tipo di cottura sicuramente più leggera dietetica, e poi oggi fa caldo sì ma non così tanto da non poter sopportare il caldo del nostro “amico”.

Il pesce in generale è nutriente come la carne, a preferenza io prediligo quelli un po’ più magri, questo comunque è sempre preferibile alla carne, meno calorico pure essendo ricco di proteine.

Lo si può utilizzare nei più svariati modi, peccato che si sia più propensi ad usare quello in scatola e sott’olio, più ricco di grassi e dall’olio di conservazione a volte incerto.

Oggi vi presento un delizioso secondo piatto, profumato colorato gustoso, che sa di sole e di mare.

Trancio di tonno al forno

Trancio di tonno al forno
Trancio di tonno al forno

 

 

INGREDIENTI

per circa 300 grammi di tonno

1/2 cipolla, sbucciata, lavata e tagliata a fettine sottilissime

50 grammi di vino bianco secco

una decina di datterini, a fette

aglio surgelato

prezzemolo surgelato

origano

un cucchiaio scarso di pinoli

3 cucchiai d’olio extra vergine d’oliva

sale

 

PROCEDIMENTO

In una teglia da forno, stendere l’olio sul fondo, la cipolla a fettine sottili, i pomodorini

il tonno, insaporire con l’aglio, il prezzemolo, i pinoli, un pizzico di origano, aggiungere il rimanente olio, il vino, salare ed infornare ( in forno preriscaldato ) a 180° per dieci minuti.

Controllarne la cottura, ricordiamoci che quella del tonno è una carne un po’ particolare, non dobbiamo rischiare di farla cuocere troppo potrebbe indurirsi.

Farla andare eventualmente ancora una decina di minuti, se fosse necessario-

Servire caldo con il suo sughetto.

 

 

Precedente Insalata di riso alla Greca Successivo Reginette con pesto alla Trapanese

Lascia un commento