Reginette con pesto alla Trapanese

Reginette con pesto alla Trapanese, altro modo per condire un delizioso primo piatto.

Il grosso del caldo se ne sta andando e, a parte il fatto che col fresco si sta più volentieri ai fornelli, da me senza un buon primo piatto di pasta è difficile sapere stare.

Qualcosa di simile e quindi non uguale avevo già preparato qualche giorno fa, usando un altro tipo di pasta ed il sugo alla Trapanese che non è per niente identico al pesto.

Ho visto preparazioni analoghe che richiedevano la presenza del formaggio pecorino io, seguendo gli ingredienti presenti in un vasetto di sugo artigianale proveniente dalla Sicilia, sono stata su di una versione più delicata.

A questo punto dovete credermi sulla parola, pure avendo il condimento già pronto ( ricordo di un recente viaggio all’isola ) ho voluto provare a farlo io, ciò non toglie ovvio che farò uso anche di quello.

Sembra che i Trapanesi abbiano rielaborato la ricetta del pesto dei Genovesi ( quando questi sostavano nel loro porto ), si può preparare sia con pomodori freschi che secchi.

In mancanza del classico mortaio, possiamo usare il cutter o il frullatore, attenzione però a non fare diventare il tutto troppo liquido.

La pasta caratteristica per questo sugo sono le famose busiate, che già avevo preparato in una precedente ricetta.

Ma andiamo alla ricetta

Reginette con pesto alla Trapanese
Reginette con pesto alla Trapanese

Reginette con pesto alla Trapanese

INGREDIENTI

50 grammi di mandorle, già pelate

250 grammi di pomodori sodi, tipo perini o ramati

1 mazzetto di basilico

2 spicchi d’aglio

olio extra vergine d’oliva

sale e pepe

( in alcune ricette, si trova anche il pecorino_ circa 1 cucchiaio- )

PROCEDIMENTO

  • Lavare i pomodori e porli a sbollentare in acqua bollente salata per togliere la buccia
  • passateli al mortaio o nel mixer
  • aggiungere nel mixer il basilico lavato, le mandorle, l’aglio e frullare il tutto, trasferire in una ciotola, aggiungere l’olio a filo, salare e pepare a piacere

Se decidete di aggiungere il pecorino, l’insieme sarà indubbiamente più saporito, io non l’ho messo.

 

 

 

Precedente Trancio di tonno al forno Successivo Crocchette di tonno aromatiche

Lascia un commento